FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Italia allʼUe:gestione comune delle frontiere e superministro finanze

Sono le proposte del governo italiano nel "position paper" sulla politica europea

Italia all'Ue:gestione comune delle frontiere e superministro finanze

"Le frontiere europee dovrebbero essere gestite a livello comune e, a tale scopo, dovrebbero essere reperite più tipologie di risorse, anche attraverso l'emissione di obbligazioni comunitarie". E' la proposta del governo italiano a Bruxelles secondo quanto emerge dal position paper redatto da Palazzo Chigi. L'esecutivo chiede inoltre che "gli spazi di bilancio siano integralmente utilizzati a supporto della crescita".

"Crisi senza precedenti ma Europa grande opportunità" - L'Unione europea "è una grande opportunità ma il "progetto europeo sta soffrendo una crisi senza precedenti". Per questo "il governo italiano presenta un'agenda politica di ampia portata e proposte concrete per contribuire al dibattito su come un'opportunità può diventare un progetto concreto".

"Superministro finanze e Fondo monetario europeo" - Il governo di Roma propone inoltre la trasformazione dell'Esm in un "Fondo monetario europeo", sfruttando al massimo i benefici del meccanismo e mantenendone allo stesso tempo le funzioni di protezione, e nello stesso tempo "la creazione di un superministro delle finanze dell'Eurozona", in grado di gestire un budget con risorse adeguate.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali