FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Prince, mandato di perquisizione per lʼabitazione del cantante

Le autorità indagano a Chanhassen in Minnesota per risalire alle cause della morte del folletto di Minneapolis

Prince, mandato di perquisizione per l'abitazione del cantante

Le autorità che indagano sulla morte di Prince hanno ottenuto un mandato di perquisizione per la sua abitazione a Chanhassen in Minnesota, così come l'ordine di mantenere i risultati segreti. Secondo fonti non identificate citate da Tmz, le autorità vogliono cercare nella casa possibili prove tra farmaci, prescrizioni o informazioni mediche. Le autorità locali hanno richiesto l'aiuto dell'agenzia federale antidroga statunitense Dea.

Una settimana prima della morte, Prince fu ricoverato in ospedale per una potenziale overdose di Percocet, un potente antidolorifico che contiene paracetamolo e ossicodone. Per far luce sul decesso dell'artista, insieme alla polizia locale sta lavorando la Drug Enforcement Administration, l'agenzia federale antidroga. L'autopsia sul corpo del cantane è stata completata venerdì scorso, ma ci vogliono giorni prima che si possa determinare la causa del decesso, settimane per gli esiti tossicologici.

L'autore di "Purple Rain", morto all'improvviso il 21 aprile a 57 anni mentre si trovava nella sua residenza in Minnesota, secondo la rivelazione shock del settimanale scandalistico National Enquirer, sarebbe stato malato di Aids e attendeva la morte da un momento all'altro. La fonte citata dall'Enquirer ha spiegato che il cantante aveva contratto l'HIV negli anni novanta, ma solo recentemente la situazione sarebbe drasticamente peggiorata.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali