ventisettesimo giorno di guerra

Mosca: "Useremo armi nucleari solo se la nostra esistenza sarà minacciata" | Gli Usa: "Giovedì le nuove sanzioni dell'Occidente"

Scatta il coprifuoco nella capitale ucraina fino a mercoledì. Eliseo: telefonate tra Macron e Draghi-Scholz. Al summit Nato in programma giovedì parteciperà in videoconferenza anche Zelensky 

22 Mar 2022 - 23:28
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa

Il conflitto russo-ucraino arriva al suo ventisettesimo giorno. Il Pentagono: "Stiamo vedendo dei contrattacchi delle forze ucraine contro Mosca".  Gli Usa annunciano che giovedì l'Occidente varerà le nuove sanzioni contro la Russia. E Mosca sottolinea che utilizzerà armi nucleari solo se la sua stessa esistenza dovesse essere minacciata.


Il Pentagono ritiene che le forze ucraine stiano "riguadagnando terreno" nel sud dell'Ucraina, vicino  a Kherson. Lo ha detto il portavoce della Difesa americana in un briefing con la stampa. 


"Le forze russe in Ucraina hanno problemi logistici e stanno finendo le loro scorte di cibo". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby. "Tutti abbiamo visto i soldati russi che saccheggiavano i supermercati", ha detto ribadendo che le truppe di Msoca continuano ad avere "problemi sul campo". La Russia "non ha raggiunto nessuno degli obiettivi strategici che si era prefissata", ha sottolineato Kirby. 


"L'Italia non è in pericolo immediato con la Russia". Lo ha detto Franco Gabrielli, sottosegretario del Consiglio con delega ai servizi segreti. "Sicuramente siamo al centro dell'attenzione di chi in questo momento ha invaso un altro Paese. Da un punto di vista di un pericolo immediato credo non si possa ritenere tale", ha spiegato Gabrielli.


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è stato invitato a parlare in videoconferenza al vertice della Nato in programma giovedì.


Il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha avuto colloqui telefonici con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, poi con il presidente del Consiglio, Mario Draghi. Lo ha reso noto in serata l'Eliseo.  I due colloqui, riferisce la presidenza francese, sono stati incentrati sulla guerra e sulla "preparazione dei vertici straordinari della Nato e del G7, giovedì prossimo, e del Consiglio europeo del 24 e 25 marzo".





La Russia utilizzerà armi nucleari solo se la sua stessa esistenza fosse minacciata. Lo ha affermato Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, citato dalla Tass.


Durante il viaggio in Europa, il presidente americano Joe Biden chiarirà "che l'Occidente è unito nella difesa della democrazia. Putin pensava che ci avrebbe diviso, ma non siamo mai stati così forti nella nostra storia recente. Siamo con l'Ucraina e continueremo a garantire che Putin paghi un pesante prezzo economico per le sue azioni".


Gli occidentali annunceranno giovedì nuove sanzioni contro la Russia: lo ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale Usa Jake Sullivan. Giovedì è il giorno in cui è prevista la partecipazione del presidente Joe Biden al vertice Ue e al summit della Nato a Bruxelles.


I servizi segreti bielorussi hanno eliminato una rete di spionaggio ucraina che operava nel Paese "sotto copertura diplomatica". Lo riferisce l'agenzia statale di Minsk, Belta.


L'Ue "resta pronta a muoversi rapidamente per l'adozione di nuove sanzioni coordinate" contro la Russia. E' quanto si legge nella bozza delle conclusioni che saranno sul tavolo del vertice Ue. Nel documento si chiede anche ai Paesi membri di preparare, con il sostegno della Commissione Ue, piani per fare fronte ai flussi dei profughi e alle loro necessità nel medio e lungo termine.


Almeno una persona è stata uccisa nell'attacco di un drone russo contro un istituto scientifico a Kiev. Il fumo si è alzato da un edificio di sette piani dell'Istituto per i materiali superduri a nord-ovest di Kiev, parte dell'Accademia nazionale delle scienze dell'Ucraina. Un funzionario dell'intelligence del ministero della Difesa ha detto che tre persone erano morte, ma non c'è stata altra conferma del bilancio. "Nel raid le forze armate russe hanno usato i droni Orlan, uno dei quali ha sganciato una bomba, in seguito alla quale i locali hanno preso fuoco", ha detto il funzionario.


"Dopo due anni di duro lavoro abbiamo un piano e quel piano è la bussola strategica sulla difesa comune. Ma i piani vanno attuati, sennò non servono a nulla. Questa è la sfida e non sarà facile. Per la prima volta però abbiamo un impegno da parte degli Stati membri, con un cronoprogramma chiaro. Io vigilerò perché gli impegni siano mantenuti". Lo ha detto l'alto rappresentante per la politica estera Ue Josep Borell.


La giornalista della tv ucraina Hromadske, Victoria Roshchyna, è stata rilasciata dai russi. Lo ha annunciato la sua emittente. Sta tornando a casa sua, a Zaporizhzhia. Secondo Hromadske la reporter era stata rapita dai servizi russi il 15 marzo nella zona occupata di Berdyansk.


È stato distrutto da un incendio causato dai bombardamenti russi il magazzino dello stabilimento farmaceutico di Farmak vicino a Makarov, nella regione di Kiev. Lo ha annunciato un membro del consiglio di sorveglianza della società farmaceutica. "Per quanto ne sappiamo, c'è stata una battaglia di carri armati in quest'area. E il nostro magazzino è completamente bruciato: l'azienda ha subito perdite ingenti, tutte le materie prime e l'imballaggio erano all'interno".


Dieci ospedali ucraini sono stati completamente distrutti dai bombardamenti. Lo ha detto il ministro della salute ucraino Viktor Lyashko, aggiungendo: "Il nemico ha già bombardato 139 ospedali, le cure mediche non possono più essere fornite lì e queste strutture vanno ricostruite da zero". Altri ospedali non hanno potuto essere approvvigionati di medicine e altre forniture a causa dei combattimenti nelle vicinanze.


Contraerea ucraina in azione per poco meno di un'ora a Odessa. Numerosi e ripetuti colpi sono stati avvertiti dall'inviato a ridosso del porto della città ucraina. Fonti militari spiegano che è il sistema aereo difensivo ucraino a essere entrato in azione. La contraerea di Odessa è considerata la migliore del Paese.


Nuova manifestazione di protesta contro l'invasione a Kherson dove la popolazione è tornata in piazza ed è stata attaccata dalle forze russe che hanno tentato di disperderla con il lancio di gas lacrimogeni. Lo riporta l'Ukrainska Pravda sottolineando che appena il fumo dei lacrimogeni si è diradato alcuni residenti sono tornati in piazza.


I deputati russi hanno dato il via libera alla legge che prevede pesanti sanzioni, compreso il carcere, per la pubblicazione di "notizie false" relative alle attività del Paese all'estero. Il testo, adottato in terza lettura, punisce la "diffusione pubblica di informazioni volutamente false fatte passare come informazioni affidabili" sulle attività russe al di fuori del proprio territorio, si legge in un comunicato del Parlamento.


Un lungo applauso e una standing ovation da parte dell'Aula di Montecitorio accolgono il videocollegamento di Volodymyr Zelensky con il Parlamento italiano. Davanti a una squadra di governo al completo, il presidente ucraino ha sottolineato quanto il suo Paese abbia visto il "male che porta il nemico, quanta devastazione lascia a quanto spargimento di sangue. Il nostro popolo è diventato l'esercito".


La resistenza di tutte le aree dell'Ucraina sulle quali "si abbatte la ferocia di Putin è eroica". Così Mario Draghi ha risposto al presidente ucraino Zelensky durante il videocollegamento con il Parlamento. L'Italia "vuole l'Ucraina nell'Unione europea", perché il Paese "difende anche la nostra libertà e la nostra sicurezza", ha sottolineato il presidente del Consiglio. E sull'accoglienza dei profughi ha affermato: "Siamo pronti a fare ancora di più, davanti all'inciviltà non ci giriamo dall'altra parte".


"Stiamo vedendo dei contrattacchi delle forze dell'Ucraina contro Mosca". Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un'intervista alla Cnn sottolineando che ci sono dei "segnali" di questi contrattacchi da parte di Kiev. "I russi sono in difficoltà", ha ribadito il portavoce della Difesa.


Scattano le sirene anti-aereo ad Odessa. L'allarme è suonato attorno alle 13:20 ora locale al termine di una mattinata carica di tensione per la città sul Mar Nero. In lontananza, verso Nord, per due volte si sono sentiti dei colpi che gli abitanti della città attribuiscono alla risposta della contraerea ucraina a quelli che potrebbero essere cannoneggiamenti dal mare. Il centro di Odessa è militarmente blindato.


Una forte esplosione e' stata udita a Kiev dalla corrispondente della Bbc Orla Guerin. "Un'esplosione molto forte qui negli ultimi minuti. E' la prima volta che ho sentito sbattere le finestre nel mio hotel. Non e' chiaro se sia stato colpito un obiettivo o se fosse la contraerea ucraina che abbatteva un missile russo", ha twittato la giornalista.


Più di 3,5 milioni di rifugiati sono fuggiti dall'Ucraina. E' l'ultimo aggiornamento dell'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, come riporta Cnn. Secondo l'aggiornamento, 3.532.756 rifugiati sono fuggiti dall'Ucraina da quando l'invasione russa è iniziata il 24 febbraio.


A Severodonetsk, nella regione di Lugansk, i russi hanno fatto fuoco su persone in coda in un supermercato, provocando morti e feriti. Lo ha denunciato su Facebook il capo dell'amministrazione militare regionale Serhiy Haidai, come riporta Ukrinform. "Ripetizione del caso al supermercato di Kharkiv. Gli occupanti mirano a un negozio a Severodonetsk. Abbiamo morti e feriti, il numero è in via di chiarimento. Gli orchi prendono cinicamente la vita degli ucraini! La gente è venuta solo per i prodotti", ha scritto Haidai.


L'ambasciatore in pectore dell'Ucraina presso la Santa Sede, Andrii Yurash, ha rivelato che il Papa ha appena chiamato il presidente ucraino Vlodomyr Zelensky. "Nuovo visibile gesto di sostegno da parte di Papa Francesco - twitta il diplomatico - pochi minuti fa il Santo Padre ha chiamato il presidente Zelensky". Il Papa ha detto di star "pregando e facendo tutto il possibile per la fine della guerra". Zelensky gli ha risposto che Sua Santità "è l'ospite più atteso in Ucraina".


A Mykolaiv le truppe russe hanno sparato contro il porto: l'infrastruttura è danneggiata. Lo ha annunciato l'amministrazione dei porti marittimi dell'Ucraina su Facebook, come riferisce Ukrinform. "L'infrastruttura portuale è stata gravemente danneggiata. Secondo le prime informazioni, non ci sono vittime", si legge nel comunicato. Ieri Mykolaiv ha subito gravi attacchi aerei da parte degli invasori russi. L'hotel, l'ospedale, diverse case e una stazione di servizio sono stati danneggiati, tre persone sono morte e una è rimasta ferita.


Più di 80 bombardamenti con artiglieria sono stati registrati a Kharkiv durante la notte. Lo riferisce il capo dell'amministrazione militare regionale Oleg Sinegubov citato da Unian. "Ne abbiamo registrati 84, sono stati colpiti distretti di Saltivka, Danylivka, Kholodna Hora, il distretto Htz", ha detto Sinegubov. In totale, secondo il capo dell'Ova, più di 600 case a Kharkiv sono state distrutte nei bombardamenti. Un drone da ricognizione russo è stato abbattuto questa mattina nella direzione di Chuguiv.


Le accuse del presidente Usa, Joe Biden, sul fatto che Mosca starebbe valutando l'uso di armi chimiche e biologiche sono "insinuazioni malintenzionate". E' la replica del viceministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, che, riporta l'agenzia Interfax, aggiunge: "Noi non abbiamo simili armi".


Medici e professionisti sanitari ucraini potranno esercitare, da oggi e fino al 4 marzo 2023, la professione in Italia in via temporanea. Lo prevede il decreto 'Misure urgenti' per l'Ucraina pubblicato nella Gazzetta del 21/3. "E' consentito l'esercizio temporaneo delle qualifiche professionali sanitarie e della qualifica di operatore socio-sanitario ai professionisti cittadini ucraini residenti in Ucraina prima del 24/2/22 che intendono esercitare nel territorio nazionale, in strutture sanitarie pubbliche o private, una professione sanitaria o socio sanitaria in base a qualifica conseguita all'estero regolata da direttive Ue".


Attesa oggi per il videocollegamento di Volodymyr Zelensky, che parlerà ai parlamentari italiani, riuniti a Montecitorio. Dopo il presidente ucraino interverrà anche Draghi. Non mancano le voci critiche, fra chi ha chiesto che venga ospitato anche Putin e chi annuncia che diserterà la seduta: non ci saranno gli ex M5s di Alternativa, il leghista Pillon, la senatrice del misto Granato, la deputata forzista Giannone, quella pentastellata Segneri e Paragone.


Nel suo ultimo rapporto operativo pubblicato stamattina, l'esercito di Kiev afferma che "secondo le informazioni disponibili, le forze di occupazione russe che operano in Ucraina hanno scorte di munizioni e cibo per non più di tre giorni". I funzionari hanno affermato che la situazione è simile per il carburante e hanno sottolineato l'incapacità della Russia di organizzare un gasdotto per soddisfare le esigenze delle truppe come esempio del loro fallimento logistico.


Gli allarmi antiaerei stanno risuonando in quasi tutte le regioni dell'Ucraina, secondo quanto riporta il Kyiv Independent. Le sirene sono state attivate negli oblast di Sumy, Mykolaiv, Ternopil, Poltava, Kirovohrad, Kharkiv, Zaporizhzhia, Leopoli, Ivano-Frankivsk, Zakarpattya, Chernivtsi, Dnipropetrovsk, Rivne, Volinia, Cherkasy, Khmelnytsky e Odessa.


Sale ad almeno 925 il bilancio dei civili uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione da parte della Russia, secondo i dati in possesso dell'Ufficio dell'Alto commissario delle Nazioni unite per i diritti umani (Unhcr).


Le accuse russe che Kiev ha armi biologiche e chimiche "sono false" e sono un "chiaro segnale" che Vladimir Putin "sta valutando di usarle entrambe" nella guerra in Ucraina. Lo ha ribadito il presidente americano Joe Biden. Putin, ha sottolineato Biden, "è con le spalle al muro e ora sta parlando delle nuove operazioni, che sta preparando, sotto falsa bandiera". 


l presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha annunciato in un video caricato su Telegram di aver parlato con il primo ministro dei Paesi Bassi e il presidente francese per coordinare i prossimi importanti vertici in Europa. "Ho parlato con il primo ministro dei Paesi Bassi Rutte e il presidente francese Emanuel Macron. Stiamo coordinando le nostre posizioni alla vigilia di importanti vertici in Europa - ha detto -. Le riunioni del G7, dei leader della Nato e dell'Unione europea avranno luogo il 24 marzo. La nostra posizione si farà sentire sicuramente. Si farà sentire, credetemi, con fermezza".


Sale la tensione tra Russia e Stati Uniti. Una durissima protesta di Mosca è stata recapitata a Washington tramite i canali diplomatici per gli "inaccettabili" commenti del presidente Joe Biden su Vladimir Putin, definito nei giorni scorsi "un dittatore assassino e un criminale di guerra". Il ministero degli Esteri russo ha convocato l'ambasciatore americano John Sullivan per rappresentargli l'"ira" di Putin per dichiarazioni giudicate "indegne" dal Cremlino. 


Gli Usa esprimono "profondo apprezzamento per la leadership dell'Italia e il suo impegno per il popolo dell'Ucraina". Lo si legge in una nota dell'ambasciata Usa a Roma. "Contrariamente a recenti commenti falsi e senza fonte - si afferma - l'Italia continua a dimostrarsi un forte esportatore di sicurezza e un importante contributore della Nato sui fianchi est e sud dell'Alleanza. Il Dipartimento della Difesa apprezza i contributi significativi dell'Italia all'Ucraina e a sostegno dell'Alleanza. Gli Usa continueranno a lavorare con alleati e partner sui futuri impegni verso l'Ucraina in questa momento critico della sicurezza europea".


Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha confermato che la Russia ha impiegato missili ipersonici nell'invasione dell'Ucraina. "È quasi impossibile fermarli. C'è un motivo per cui li stanno usando", ha affermato Biden.


L'Ucraina ha informato l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) che è stata completata la rotazione del personale tecnico della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, così che tutti i tecnici della centrale, che erano rimasti bloccati nell'impianto e avevano dovuto continuare a lavorare senza interruzione dal giorno dell'arrivo delle truppe russe, il 24 febbraio, hanno ottenuto il permesso di lasciare la centrale. L'annuncio è del direttore generale Rafael Mariano Grossi. La metà del personale ha lasciato il sito ieri e il resto oggi, ad eccezione di 13 persone che hanno rifiutato la rotazione. Anche la maggior parte delle guardie ucraine è rimasta in sorveglianza alla centrale.


Nuove immagini satellitari della Maxar Technologies mostrano i carri armati russi a Mariupol, comprese le posizioni delle artiglierie. Le immagini - riferisce la Cnn - sono state scattate il 19 marzo. In una immagine si vedono i carri armati russi per le strade del quartiere della "riva sinistra" di Mariupol, il giorno in cui i separatisti sostenuti dalla Russia hanno preso il controllo degli edifici governativi. Altre immagini mostrano i militari russi a nord-est di Mariupol e il fumo che si alza in cielo dai palazzi in fiamme.


Se la Nato non vuole concedere l'adesione all'Ucraina, allora singoli Paesi che fanno parte dell'Alleanza devono garantire la sua sicurezza. Lo ha spiegato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un'intervista con emittenti ucraine, britanniche e ceche, citate da Ukrinform, facendo riferimento ai negoziati con la Russia. "La Nato non concede l'adesione all'Ucraina poiché i membri dell'Alleanza hanno paura della Russia - ha osservato -. Va bene, allora dateci altre garanzie di sicurezza". Sull'integrità territoriale, ha aggiunto, "non concediamo compromessi". Zelensky ha poi invitato gli abitanti delle città del sud a resistere all'invasore.


"Gli occupanti stanno semplicemente distruggendo e riducendo in cenere" Mariupol, ma la città "sopravviverà a tutti loro". Lo ha detto il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky in un discorso video. 

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri