FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Referendum, Renzi: "Bersani ha votato tre volte questa riforma, non ho scritto il ddl di nascosto"

Il premier commenta la decisione dellʼex segretario del Pd di votare "no" al quesito costituzionale: "Se lui cambia idea per il referendum ognuno si farà la sua opinione"

"Bersani ha votato sì tre volte a questa riforma". Matteo Renzi lo sottolinea dopo la decisione dell'ex segretario Pd di dire "no" al referendum costituzionale. E precisa: "Questo testo non l'ho scritto io da solo a Rignano sull'Arno. E' stato due anni e quattro giorni in Parlamento. Bersani l'ha votato tre volte, se cambia idea per il referendum ognuno si farà la sua opinione".

"C'è chi fa politica solo per attaccare gli altri" - "C'è chi fa politica per cambiare il paese e chi solo per attaccare gli altri. Quando uno vota per antipatia è un elemento che dimostra una scarsa visione del paese", ha dichiarato il presidente del Consiglio a L'Arena. "Molti fanno scenari foschi io semplicemente dico che se vince il No non cambia niente, non dico che arriverà la peste, continueremo con gli stessi numeri e gli stessi costi", ha aggiunto.

"Molti elettori di destra non andranno dietro ai giochini" - "Secondo me un sacco di gente di destra non andrà dietro ai giochini politici, alla fine, votando su un quesito chiaro - ha proseguito Renzi -. Gli italiani saranno più attenti a far risparmiare lo Stato che alle discussioni di Renzi, Berlusconi, D'Alema e Grillo. Noi passiamo, siamo provvisori, le istituzioni invece restano".

"Lasciate perdere me, mi potrete cacciare in altre occasioni" - Il premier ha ribadito come il referendum costituzionale non rappresenti una battaglia politica contro o a favore del suo governo: "Lasciate da parte me, per mandarmi a casa avrete tutte le occasioni. Io non capisco come si possa dire No in nome non di una alternativa ma di un'antipatia".

"Dopo 30 anni finalmente arriva una riforma" - "Dal primo giorno andai al Senato per dire che non sono qui a vivacchiare e tutti applaudirono Napolitano sull'esigenza delle riforme", ha affermato ancora il premier. "Ora finalmente dopo 30 anni qualcuno ha fatto la riforma teorizzata da molti e votano i cittadini", ha continuato sostenendo che "gli italiani chiedono meno costi, più concretezza e maggiore semplificazione".

Bersani: "Mai cambiato idea, la mia posizione è sempre la stessa" - Secca la replica di Bersani a Renzi, secondo cui l'ex segretario Pd osteggia una riforma che però ha votato. "La solita ipocrisia di chi fa finta di non capire. Con l'elezione diretta dei senatori e un radicale cambiamento dell'Italicum, con tutti i suoi limiti, la riforma costituzionale sarebbe potabile", ha spiegato Bersani. Così invece "la riforma è indigeribile. Questa è sempre stata la mia posizione".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali