FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Il turismo potrebbe crescere ulteriormente nel 2017

Numeri da record per un settore che vale oltre lʼ11% del Pil e che dà lavoro a oltre tre milioni di persone

Il turismo potrebbe crescere ulteriormente nel 2017

Dopo i buoni risultati messi a segno nel 2016 - la spesa degli stranieri in Italia è cresciuta nuovamente, mentre le presenze sono in netta ripresa -, anche il 2017 potrebbe registrare dati record, secondo alcuni studi sul settore. Per la Coldiretti l’estate di quest’anno potrebbe classificarsi come la migliore del decennio.

Come anticipato, già nel 2016 il turismo italiano ha messo segno risultati notevoli, confermandosi il quinto Paese al mondo per capacità attrattiva. Gli arrivi internazionali sono arrivati a toccare quota 50,7 milioni generando 36,4 miliardi di euro di spesa, un dato record che si mostra in crescita ormai da cinque anni consecutivi.

Ai buoni risultati messi a segno dagli arrivi internazionali si affiancano quelli legati al turismo domestico. In termini di arrivi si è infatti registrato un aumento del 6,2%, mentre le presenze sono state interessate da una crescita del 4,8%.

Un andamento positivo che trova conferma anche nei primi mesi del 2017. Solo tra gennaio e aprile le presenze di turisti internazionali sono state 369 milioni, riportando una crescita del 6% rispetto allo stesso periodo del 2016 e realizzando il miglior risultato degli ultimi 12 anni. Risultati ancora più incoraggianti giungono dai dati preliminari sulla stagione estiva. Secondo la Confesercenti, le spiagge italiane registreranno circa un milione di turisti stranieri in più rispetto allo scorso anno (+3,8%), confermando il trend degli anni passati: nell'ultimo decennio, gli arrivi turistici presso le località balneari italiane sono aumentati del 17,8% (+13,8 milioni).

Ottimi risultati per un settore chiave dell’economia italiana. Basti pensare che il contributo del turismo, tra diretto, indiretto e indotto, vale oltre l’11% del Pil, coinvolgendo oltre tre milioni di occupati. Il problema è che nell’ultimo decennio, a causa dei pesanti effetti della crisi economica sul nostro Paese, gran parte delle entrate sono arrivate dagli arrivi stranieri, mentre il contributo di quelli italiani è andato sempre più in diminuendo: tra il 2006 ed il 2016, spiega infatti la Confcommercio, i turisti stranieri sono aumentati del 19,2%, “compensando il calo del 7,6% registrato dagli italiani”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali