ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
2/3/2007

Sanremo, tra "big" e sentimento

Terza giornata all'insegna dei duetti

Una serata con al centro la musica, tutta duetti e sentimenti, all'insegna dei soli big in gara accompagnati da ospiti di prestigio. Dopo il "contagioso" avvio con la Paranza, il pezzo travolgente dall'andamento caraibico di Daniele Silvestri e della Capone BungtBangt, sul palco dell'Ariston si sono succedute varie coppie di artisti tra cui Milva e Enrico Ruggeri applauditissimi. Sempre in gran forma Pippo Baudo e la Hunziker.

Simone Cristicchi si è esibito con uno dei brani più ammirati, "Ti regalerò una rosa", insieme a Sergio Cammariere dando vita a una performance arricchita di drammatiche note jazzate. Michele Zarrillo è stato chiamato insieme a Tullio De Piscopo, a cantare con Fabio Concato "Oltre il giadino", una ballata essenziale ed elegante su un cinquantenne rimasto senza lavoro. Un'ovazione il teatro Ariston l'ha riservata a Ami Stewart che ha duettato con Piero Mazzocchetti nella bellissima "Schiavo d'amore".

Mango e Laura Valente hanno proposto "Chissà se nevica" in una versione più orchestrale e meno puntata sul ritmo. Gli Stadio hanno scelto come partner una delle interpreti più raffinate e ricercate d'Europa, Teresa Salgueiro, voce solista dei Madredeus che si è esibita in "Guardami". Con Mario Biondi, "Amami per sempre" è diventata un gioco di contrasti tra la raffinatezza e le note alte di Amalia Gr, e le aperture molto black di Biondi.

Molto riuscito, e ben assortito, il duetto di Francesco Sarcina, voce delle Vibrazioni e i Velvet per "Tutto da rifare". Nada ha chiamato accanto a sè Cristina Donà per "Luna in piena" praticamente tutto a due voci armonizzate accentuando l'erotismo dell'esibizione. Il debutto di un coro lettone a Sanremo è stato favorito da Al Bano che per arricchire "Nel perdono" ha chiamato i Cosmos, formazione di sei cantanti di Riga.Francesco e Roby Facchinetti hanno voluto sul palco dell'Ariston Anggun, cantante indonesiana diventata uan star del pop internazionale, ma "Vivere normale" non si è salvata dalle stonature.

Tra Pippo Baudo e Michelle Hunziker è sempre più situation comedy, i due scherzano sul 'tric trac' tormentone del festival, sulle 500 rose rosse che forse il calciatore Antonio Cassano le ha mandato con scritto "Tifo per te" e che Baudo ha attribuito al ministro Padoa Schioppa che ha criticato i compensi astronomici della coppia di presentatori.