FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gb, insegnante impedisce allʼauto del papà di entrare nel cortile della scuola: viene travolto e trascinato sul cofano

Inaspettata la reazione del genitore che è stato arrestato. A riprendere la scena le telecamere di sorveglianza dellʼistituto

La regola dell'istituto, la Winston Churchill School di Woking, in Gran Bretagna, era stata messa nero su bianco: i genitori non entrano nel cortile della scuola a lasciare e prendere i figli. Ma evidentemente non era bastato, così gli insegnanti a turno, in orario di entrata e uscita degli allievi, si piazzavano davanti ai cancelli per impedire l'accesso alle quattro ruote di mamma e papà e per indicare dove parcheggiare. Finché uno dei docenti di guardia al cortile non è stato travolto. Il papà spericolato è finito in manette.

Rainier Schoeman, 22 anni, ha fatto volare l'insegnante sul cofano della sua Volkswagen e ha quasi investito due bambini in bici. Era lì perché era andato a prendere il figlio a scuola Winston Churchill di Woking, nel Surrey. Anche a lui doveva essere arrivata la comunicazione del preside che chiedeva ai genitori di far scendere i bimbi all'esterno dei cancelli e non all'interno del giardino scolastico. Ma ha voluto violarla.

Così, quando l'insegnante gli ha impedito l'ingresso e gli ha dato le spalle, Schoeman ha riavviato il motore e premuto sull'acceleratore, colpendo il docente alle gambe e facendolo sedere sul cofano della vettura. Lo ha trascinato così per alcuni metri.

L'incidente è avvenuto il 20 febbraio. Il poliziotto che è intervenuto dopo l'incidente, Andrew Searle, ha dichiarato durante il processo che l'azione di Schoeman era "assolutamente disonorevole" e avrebbe potuto avere "conseguenze peggiori per l'insegnante e per gli altri bambini che ha sfiorato". In tribunale il papà rabbioso non avrebbe ammesso completamente le sue responsabilità, incolpando la sua vittima. Ma il giudice lo ha dichiarato colpevole e lo ha condannato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali