FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Taste of Roma sta tornando, preparate le forchette

Dal 6 al 10 luglio si gusta la città all’insegna dell’inclusione e della convivialità: coccole, degustazioni e divertimento tra ristoranti top della Capitale e concept innovativi

Taste of Rome cambia "casa"

Si prospetta un’edizione ricca di novità quella di

Taste of Roma

, che

dopo due anni di stop

causato dalla pandemia, torna finalmente ad

allietare i palati dei gourmand romani

. Dopo il grande successo delle precedenti

8 edizioni

svolte presso i giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica, che hanno fatto registrare oltre 200.000 visitatori, il

Festival 2022

offrirà ai capitolini un’esperienza ancora più memorabile nella nuova collocazione del

Foro Italico

, tra lo

stadio Olimpico e quello del tennis

.


 


Novità anche per le date che posizionano l’evento nel cuore dell’estate romana,

dal 6 al 10 luglio

, con l’ampliamento della programmazione al mercoledì, passando così da 4 a 5 serate.


 


Mauro Dorigo

, general manager di Beit Events, società organizzatrice dell’evento, racconta con soddisfazione il cambio di location: “Siamo entusiasti di annunciare una nuova grande collaborazione con Sport e Salute che ha abbracciato l’idea di ospitare il nostro festival negli spazi del Foro Italico. Questa nuova veste, più ampia e inclusiva, farà di Taste of Roma un festival pronto ad accogliere sempre più romani e non, che vogliano scoprire la città da un punto di vista culinario.”


 


Inclusione e condivisione

. Sono queste le parole chiave di questo ritorno, che nasce dalla conferma percepita da tutti noi negli ultimi due anni che il cibo sia il collante più sincero tra le persone, che ci ha consentito di rimanere connessi, cucinando la propria ricetta per condividerla con i propri cari.


 


I dati rilevati in questo periodo sono molto interessanti. C’è stato un

+140% di acquisti di beni alimentari

, anche legati al delivery, che hanno dato una forte spinta alla vendita di prodotti di prossimità, in grado di ridurre tempi di consegna e problemi logistici.


 


La ristorazione di livello, che mai si era immaginata la possibilità di utilizzare l’asporto, si è spesso organizzata per offrire tale servizio, ripensando menù e organizzazione.

I giovani si sono cimentati con nuovi format e nuovi storytelling

, dalle cucine dei ristoranti all’agricoltura 4.0. In un momento complesso, il cibo è stato e continua a essere nutrimento anche per l’anima.


 


Taste of Roma, attenta a questi trend, vuole portare ognuno a trovare il gusto, il piatto, l’ingrediente, il produttore o la bottega che consenta di tornare a gustare liberamente la città

.


 


Silvia Dorigo, co-founder

di Be.it e direttrice creativa del festival, offre un ulteriore spunto di riflessione: “In questi anni il tempo a disposizione ci ha portato, o riportato, a cimentarci ai fornelli. Abbiamo cucinato, brindato e pasteggiato di fronte agli schermi e con pochi intimi per tanti mesi e il cibo ha rappresentato ancora una volta il legame più forte. Ora vogliamo tornare a farlo tutti insieme e, finalmente, fuori casa, perché l’empatia che si crea negli eventi dal vivo, nessun monitor potrà mai sostituirla”.


 


Di

Indira Fassioni 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali