FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Erdogan a Roma, il presidente turco incontra il Papa, Mattarella e Gentiloni

Il Santo Padre ha donato al suo ospite un medaglione raffigurante lʼ"angelo della pace". Dopo il Vaticano colazione con Mattarella, infine Gentiloni. Scontri alla manifestazione a Castel SantʼAngelo

Un colloquio "rispettoso e franco". Questo il tono dell'incontro al Quirinale tra Sergio Mattarella e il presidente turco Recep Tayyib Erdogan. Sono state ribadite le tradizionali posizioni, quella italiana in linea con quella della Ue, dei due Paesi sui principali temi in agenda. Era durato invece 50 minuti l'incontro con Papa Francesco, che hanno parlato della questione di Gerusalemme. Ultimo a ricevere Erdogan il premier Gentiloni.

In Vaticano - "Vi ringrazio per il vostro interesse", ha detto il capo di Stato in Vaticano, e il Papa a sua volta ha ringraziato per la visita. Il Santo Padre ha poi donato a Erdogan un medaglione raffigurante un angelo spiegando: "E' un angelo della pace che strangola il demone della guerra. E' simbolo di un mondo basato sulla pace e la giustizia". Gli ha regalato anche un'opera del 1600 con la Basilica di San Pietro, una copia del Laudato si', e una copia del messaggio della Pace. Erdogan li ha donato una panoramica di Stanbul in ceramica, alcuni libri di e su Gialal Al-Din Rumi, teologo musulmano sunnita e poeta mistico di origine persiana.

Erdogan in Vaticano, lʼincontro con Papa Francesco

Giornata fitta di impegni - Dopo il colloquio con il Santo Padre e con il segretario di Stato monsignor Pietro Parolin, Erdogan ha visitato, con la moglie e il seguito, la basilica di San Pietro. Il presidente della Turchia è stato poi ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale e dal premier Paolo Gentiloni a Palazzo Chigi.

Erdogan a Roma, scontri al sit-in di protesta

Scontri al sit-in di protesta a Castel Sant'Angelo - Contro Erdogan è stata organizzata una manifestazione ai giardini di Castel Sant'Angelo, con striscioni con le scritte "Stato turco assassino", "Boia Erdogan! Giù le mani dal Kurdistan", "Erdogan Turchia autostrada per i terroristi". A organizzare il sit-in è stata la Rete Kurdistan Italia, e i partecipanti hanno intonato cori urlando "Assassino Erdogan". Al termine della manifestazione, un gruppo di partecipanti, dietro lo striscione "Erdogan boia", ha cercato di partire con un corteo non autorizzato verso San Pietro: la polizia, in assetto antisommossa, li ha caricati, e ne sono nati scontri tra agenti e dimostranti.

Il Papa incontra Erdogan, la posizione della Chiesa sulla Terra Santa

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali