FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Filippine, chiusa ai turisti lʼisola di Boracay: "Inquinano troppo"

Il presidente Duterte ha accusato 500 attività ricettive di scaricare le acque reflue direttamente in mare, trasformando così la località "in un pozzo nero"

Filippine, chiusa ai turisti l'isola di Boracay: "Inquinano troppo"

Boracay, isola paradiso delle Filippine, chiuderà per sei mesi ai turisti perché "inquinano troppo". Lo ha deciso il presidente Rodrigo Duterte, che ha accusato le circa 500 attività ricettive di scaricare le acque reflue direttamente in mare, trasformando così l'isola "in un pozzo nero". Boracay, famosa per le sue spiagge bianche, sarà interdetta al turismo a partire dal 26 aprile.

"Boracay è nota in tutto il mondo come un paradiso e questa chiusura temporanea vuole garantire che anche le prossime generazioni ne possano godere", ha sottolineato il portavoce di Duterte.

Se da un lato la decisione risponde a un imperativo ecologico, dall'altro rischia però di mettere a repentaglio il sostentamento di migliaia di persone impiegate nell'indotto turistico dell'isola, che ogni anno ospita due milioni di persone e genera circa un miliardo di dollari di entrate. Secondo il ministero dell'Ambiente filippino, 195 attività commerciali e circa 4mila abitazioni private non sono collegate alla fognatura.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali