FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Morte Eco, il tributo sulla stampa internazionale

Dal New York Times alla Rossyskaya Gazeta di Mosca, da Le Monde a El Clarin: è online il saluto del mondo allʼintellettuale italiano scomparso a 84 anni

Morte Eco, il tributo sulla stampa internazionale

Da Le Monde al New York Times, passando per la Frankfurter Allgemeine e la Rossiyskaya Gazeta di Mosca, da El Mundo, al Guardian fino all'argentino El Clarin: la morte di Umberto Eco è sulla prima pagina dei siti dei principali quotidiani del mondo, che lo ricordano soprattutto come l'autore de "Il Nome della Rosa". Un tributo, dunque, allo scrittore, all'intellettuale a all'uomo che testimonia quanto Eco fosse conosciuto e amato in tutto il mondo.

Morte Eco, il tributo sulla stampa internazionale

"I suoi libri erano al tempo stesso storie avvincenti ed esercizi filosofici ed intellettuali", scrive il Washington Post, mentre Le Monde sottolinea che "Il nome della rosa" ha assicurato a Eco "una notorietà quasi universale". Per il New York Times era "un accademico da best seller che navigava in due mondi" e il Guardian lo descrive come "scrittore di best seller, e gigante della filosofia e il mondo accademico".

"Morto Umberto Eco, l'erudito che amava le enciclopedie", scrive l'argentino El Clarin, che riporta una videointervista nella sua casa di Milano. Anche la Russia con il quotidiano moscovita Rossiyskaya Gazeta ricorda lo scrittore dando notizia della sua morte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali