FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

"Io qui sottoscritto", in mostra a Genova i testamenti dei grandi italiani

Da Giuseppe Garibaldi a Cristoforo Colombo, da Grazia Deledda a Luigi Pirandello. In esposizione a Palazzo Ducale le ultime volontà di più di trenta personaggi illustri che hanno fatto la storia dellʼItalia

Cristoforo Colombo chiarisce ogni dubbio sulle sue origini: "Sono nato a Genova", scrive nel suo testamento. Giuseppe Verdi pensa invece ai poveri e agli sfortunati e si raccomanda per un funerale "senza canti e suoni". Le ultime volontà di questi, e tanti altri personaggi pubblici famosi, sono in esposizione dal 16 novembre al 10 dicembre a Genova, nella Sala Liguria di Palazzo Ducale, all'interno della mostra: “Io qui sottoscritto. Testamenti di grandi italiani”.

Un itinerario unico pensato per raccontare il volto più umano dei più grandi personaggi italiani attraverso le loro ultime volontà. E' così che veniamo a sapere, per esempio, che Gioacchino Belli, colpito dalla morte del padre, dispone nel suo testamento la nomina di ben 10 tutori per il figlio qualora lui venisse a mancare.

Mentre il generale La Marmora si preoccupa di lasciare la biancheria ai suoi servi. Luigi Pirandello invece predispone il suo stesso funerale: “Mi s'avvolga, nudo in un lenzuolo. E nessuno mi accompagni: il carro, il cavallo, il cocchiere e basta”. 

Enrico De Nicola, invece, ci tiene a precisare che i suoi risparmi sono frutto di duro lavoro e di una propensione al risparmio. Il suo ultimo desiderio è di “non essere commemorato in nessun tempo, in nessun luogo, per nessuna ragione, in nessuna occasione”, ma è consapevole che in quanto primo presidente della Repubblica tale disposizione sarà impossibile da rispettare.

Una sezione della mostra è dedicata a personaggi illustri di Genova, tra cui Gilberto Govi. "Qualunque cosa succedesse, lascio ogni mio avere a mia moglie: Caterina Franchi", queste le ultime volontà del fondatore del teatro dialettale genovese.

Alcuni documenti della mostra “Io qui sottoscritto. Testamenti di grandi italiani”

Si tratta di documenti inediti, depositati in studi notarili e conservati in musei e archivi che difficilmente si possono visitare. Per questa ragione il Consiglio Nazionale del Notariato e la Fondazione Italiana del Notariato, curatori dell’esposizione, hanno deciso di condividere con il grande pubblico le memorie più intime del grandi italiani.

Io qui sottoscritto. Testamenti di grandi italiani
Palazzo Ducale, Genova
dal 16 novembre al 10 dicembre 2017
Per informazioni clicca qui

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali