FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

In fiamme la pineta di Castel Fusano, si ipotizza origine dolosa | Raggi: "Disastro ambientale"

Paura sulla spiaggia ad Ostia, fuga di bagnanti causa paralisi nel traffico. Arrestata una persona sospettata di aver appiccato il fuoco

Ancora fiamme alla pineta di Castel Fusano a Ostia, quartiere litoraneo di Roma. Dopo l'incendio del 7 luglio, un nuovo rogo è divampato e ha richiesto l'intervento degli elicotteri dell'anti-incendio. Enorme colonna di fumo e traffico interdetto sulla Cristoforo Colombo. Dai primi rilievi sembra che il fuoco si sia propagato in tre punti differenti e dunque non si esclude l'origine dolosa. I carabinieri hanno arrestato una persona.

Brucia di nuovo la pineta di Castel Fusano: traffico in tilt

Traffico in tilt a causa delle chiusure ala circolazione di alcune strade dovute all'incendio. Molti bagnanti hanno lasciato le spiagge e questo ha creato ingorghi e blocchi al traffico. Il vento ha alimentato le fiamme, propagatesi in tre punti differenti, e ciò rende difficili le operazioni per contenere l'incendio.

Arrestata una persona - Una persona è stata arrestata dai carabinieri di Roma perché sospettata di aver appiccato l'incendio nella pineta di Castel Fusano. E' un giovane idraulico di 22 anni sorpreso nell'area in cui ha avuto origine l'incendio: è stato notato mentre incendiava alcuni fazzoletti di carta e alla vista dei carabinieri ha tentato di nascondersi nella vegetazione.

All'Infernetto la gente abbandona le case - Paura all'Infernetto in seguito all'incendio della pineta di Castel Fusano. Molti residenti nel quartiere a sud di Roma segnalano intense nubi di fumo. La cenere sta scendendo dal cielo ricoprendo le strade del quartiere. Sulle auto si è formata anche una spessa coltre di cenere. In molti hanno deciso di lasciare le case per l'odore irrespirabile ed il cielo completamente offuscato dal fumo.

Raggi: "E' disastro ambientale" - "E' una situazione gravissima, non si esclude alcuna ipotesi sulle cause. C'è la necessità che sia presa in carico da tutti, il Municipio non può essere lasciato solo. Serve l'aiuto della Regione e del governo. Roma non può essere lasciata sola di fronte a questo disastro ambientale". La ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi arrivata a Ostia, nella pineta di Castel Fusano luogo dell'incendio.

"Primo Canadair dopo un'ora, bruciata buona parte della pineta" - "Il primo Canadair è arrivato dopo un'ora quando il fuoco era già divampato purtroppo. Ora pare ne stia arrivando anche un altro". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi a Castel Fusano. "Buona parte della pineta è andata in fumo, l'incendio non è stato ancora domato", ha aggiunto la Raggi.

Emergenza anche a Grosseto, sindaco: intervenga l'esercito - "Dietro questi incendi c'è un disegno preciso, una volontà organizzata di dolo. Si vuole colpire la Maremma, ci sono troppe coincidenze strane": lo ha detto il sindaco di Grosseto e presidente della Provincia, Antonfrancesco Vivarelli Colonna durante un vertice insieme al prefetto Cinzia Torraco, al questore Domenico Ponziani. Presente anche il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, e in videoconferenza dalla sala operativa di Firenze anche l'assessore all'ambiente Federica Fratoni. "Credo che ci sia una criminalità organizzata che voglia minare la nostra tranquillità, danneggiando il nostro sistema turistico ed economico - ha proseguito Vivarelli Colonna -. Siamo sotto attacco e quindi bisogna rispondere come in una guerra. Ecco perché l'esercito nelle strade è la cosa migliore".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali