FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Canada, 13enne raccoglie fondi grazie a Fortnite per pagare la chemioterapia del padre

Il giovane ZylTV ha iniziato a trasmettere le sue partite del battle royale di Epic per dieci ore al giorno, al fine di aiutare il genitore a superare il cancro

Canada, 13enne raccoglie fondi grazie a Fortnite per pagare la chemioterapia del padre

Giorno dopo giorno, sono sempre più frequenti i casi di persone che, grazie ai videogiochi, sono riuscite a compiere gesti di incredibile solidarietà e altruismo verso il prossimo. Dopo l'ammirevole supporto da parte della community di Elite Dangerous verso un giovane malato di cancro, anche un gioco spesso controverso come Fortnite fa parlare di sé per una nobile causa.

Già, perché per ogni genitore che preferisce ritirare suo figlio dal liceo per trasformarlo in un campione del battle royale, ce n'è uno che deve ringraziare gli sforzi del proprio ragazzo per salvarsi dal cancro.

È il caso di ZylTV, giovane streamer canadese, che qualche giorno fa ha iniziato a trasmettere le proprie partite di Fortnite su Twitch nel tentativo di raccogliere fondi con cui poter pagare le terapie necessarie a curare il cancro del padre.

Lo scorso settembre, infatti, al genitore è stato diagnosticato un tumore di grado 3 che si è esteso al fegato e ai polmoni fino a raggiungere il grado 4. Secondo il ragazzo, senza chemioterapia il padre non riuscirà a vivere per più di un anno, mentre con il supporto della terapia l'aspettativa di vita passerà a tre anni, con un 20% di possibilità che il genitore riesca a sconfiggere la malattia.

Questa speranza ha spinto ZyITV a dedicarsi a trasmettere le partite di Fortnite sul proprio canale Twitch con grande costanza, giocando per ben 10 ore al giorno per raggiungere il proprio obiettivo. Così, dopo aver raggiunto la modesta cifra di 1.000 dollari canadesi nei primi quattro giorni, lo streamer ha raccontato la sua storia sul popolare forum Reddit, raccogliendo il consenso da 21mila utenti che hanno invitato ZyITV a non demordere.

Il caso ha attirato l'attenzione di alcuni streamer famosi di Fortnite, come Xxif e Ronaldo, che hanno iniziato a effettuare delle donazioni. Inevitabilmente, il supporto di personalità celebri del battle royale di Epic ha dato vita a un circolo positivo che ha visto ZylTV raccogliere più di 13mila dollari canadesi (circa 9mila euro), dei quali 5mila saranno utilizzati immediatamente per pagare le spese per la terapia e altri 3mila saranno messi da parte come fondo d'emergenza.

La campagna di ZyITV continua: il 13enne ha superato più di 20mila follower su Twitch e ottenuto un gradito regalo dai succitati Xxif e Ronaldo, che hanno deciso di pagare a ZyITV e suo padre un biglietto aereo per partecipare alla Fortnite World Cup di New York. Un gesto che ZyITV ha apprezzato tantissimo, al punto da confidarlo in diretta al padre, ignaro della raccolta fondi messa in piedi dal figlio.

La reazione in diretta del genitore a una simile solidarietà è stata genuina, con l'uomo che si è mostrato visibilmente commosso di fronte al gesto della community. Non possiamo che sperare che l'impegno da parte dei supporter possa aiutare il padre di ZyITV ad affrontare le cure necessarie e superare definitivamente il cancro che lo attanaglia da anni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali