FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Thailandia, per contrastare la deforestazione si sganciano "bombe di semi"

Il progetto denominato "Seed Bombing" prevede il rinverdimento delle zone devastate dallʼagricoltura intensiva

Thailandia, per contrastare la deforestazione si sganciano "bombe di semi"

Il governo thailandese ha approvato una campagna per la riforestazione del Paese che prevede l'utilizzo di "bombe di semi". Il disboscamento selvaggio ha infatti privato il territorio di quasi un terzo della sua superficie verde: negli ultimi anni l'estensione delle foreste si è ridotta in maniera considerevole, passando da 11 milioni a 6,2 milioni di chilometri quadrati. Il progetto denominato "Seed Bombing" prevede il "bombardamento" di alcune zone devastate dall'agricoltura intensiva.

Un'arma amica della natura - Gli esperti hanno spiegato che la tecnica delle "bombe di semi" è considerata "un'arma buona" contro il disboscamento: non apporta alcun danno all'ecosistema e raggiunge una percentuale di successo del 70%. In Thailandia l'abbattimento sconsiderato degli alberi ha risposto all'esigenza di lasciare spazio alle coltivazioni necessarie per la produzione di gomma e olio di palma.

La storia della tecnica - Il primo bombardamento di semi di cui si ha notizia risale al 1930, anno in cui sono stati utilizzati diversi aerei per riforestare alcune aree montuose di Honolulu, nelle Hawaii. Soltanto nel 1999, però, la tecnica è stata applicata su larga scala: all'alba del Nuovo Millennio, un'azienda attiva nel settore dell'ingegneria aerospaziale riuscì infatti a piantare 900mila alberi in un solo giorno sganciando semi da un velivolo militare.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali