FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dieta: dieci sane regole che aiutano a perdere peso

Per rimettersi in forma dopo gli stravizi del lockdown bastano un po' di buona volontà e le strategie giuste

Linea: dieci regole salva-linea

Perdere peso in modo efficace, senza recuperare subito i chili persi con tanta fatica: è il desiderio di ciascuno di noi, soprattutto dopo la pigrizia del lockdown e i mille manicaretti che ci siamo concessi per golosità e per noia. Ora che l’estate si avvicina, l’imminenza del momento in cui indossare il costume da bagno, anche per una semplice giornata in piscina, ci impone almeno un po’ di attenzione alla nostra silhouette. Ecco allora dieci consigli salva linea, per aiutare il buon esito della dieta che stiamo seguendo. 

1 Evitiamo i regimi troppo rigidi – Per dimagrire in modo duraturo, le diete troppo restrittive sono controproducenti: meglio perdere peso in modo graduale, anche se più lento, senza sacrifici troppo intensi ai quali sarà difficile garantire continuità. Meglio adottare abitudini alimentari sane e sostenibili nel tempo, anche per non innescare il nefasto effetto yoyo. Se i chili da perdere sono quattro o cinque, possiamo fare da soli, ma se dobbiamo perderne di più, meglio farsi seguire da un esperto. 


2 Eliminare gli alimenti? Meglio ridurre le dosi – Una dieta equilibrata non deve privarci completamente di un gruppo di alimenti (e di conseguenza dei nutrienti che contengono). Meglio mangiare di tutto un po’, magari in quantitativi controllati alternando i cibi il più possibile. 


3 E’ sbagliato pesarsi tutti i giorni – Il peso subisce oscillazioni fisiologiche legate, ad esempio, alla quantità di liquidi trattenuti, al buon funzionamento dell’intestino, o a mille altri fattori. Meglio evitare dunque di pesarsi tutti i giorni: il fatto che l’ago della bilancia per un giorno rallenti o non scenda del tutto è stressante, può scoraggiarci e indirci più facilmente a sgarrare sul piano alimentare. Un paio di pesate a settimana sono più che sufficienti, per capire se siamo sulla buona strada


4 Il centimetro è meglio della bilancia – Il metro da sarta, con cui misurare il girovita è un indizio fondamentale del successo della nostra dieta. La circonferenza dell’addome che si riduce è un indicatore valido quanto il calo di peso: ci indica la perdita di volume e soprattutto la riduzione del grasso addominale, particolarmente pericoloso per la salute: il girovita non dovrebbe superare gli 80 cm per le donne e i 100 per gli uomini.


5 Non eliminare del tutto i grassi ma scegli quelli giusti -I grassi non sono tutti uguali. Cerchiamo di limitare quelli di origine animale, come il burro e quelli provenienti dalle carni rosse. I grassi vegetali, ad esempio l’olio extravergine di oliva in quantità moderata, sono utili all’organismo e non pesano sulla linea.


6 Verdura a volontà, frutta con attenzione – La verdura e la frutta sono ricchi di vitamine, minerali e altri nutrienti preziosi: non dobbiamo quindi farceli mancare. Sì alle cinque porzioni quotidiane, ma ricordiamo che la frutta è molto ricca di zuccheri e quindi occorre scegliere quella meno calorica (come mele, fragole, pesche, ananas e anguria) e consumarne con moderazione. La verdura, cruda o cotta (ad eccezione del fritto, naturalmente!) si può consumare a volontà: no solo alle patate, che contengono farinacei. 


7 Non saltare i pasti – I pasti devono essere almeno tre al giorno, ma meglio sarebbe includere due spuntini a metà mattina e metà pomeriggio. Saltare un pasto, o mangiare in modo troppo frugale, non ci aiuta a perdere peso: ci porterà solo a soffrire la fame e a farci abbuffare di più quando finalmente ci metteremo a tavola. Meglio attenersi a un regime complessivo bilanciato che ci porti a mangiare poco ma un po’ più spesso per evitare le crisi acute di fame, difficili da controllare. 


8 il valore del movimento – L’attività fisica brucia calorie e ci aiuta a mantenere l’equilibrio tra l’energia introdotta con il cibo e quella consumata con il movimento. Una passeggiata di quaranta minuti a passo svelto ci fa bruciare anche 250 calorie: è un bell’aiuta nel bilancio giornaliero. Bando alla pigrizia: dobbiamo farla tutti i giorni. 


9 Alcolici e superalcolici – Insieme ai dolciumi, sono gli unici alimenti da tagliare in modo drastico. Forniscono calorie “vuote”, prive cioè di nutrienti utili, e in più nuocciono al fegato e a tutto l’organismo. 


10 Amica acqua: due litri al giorno – L’acqua invece è una grande alleata della nostra dieta. Ci depura, aiuta ed eliminare i liquidi in eccesso e, dato che riempie lo stomaco senza aggiungere calorie, ci aiuta a provare senso di sazietà. Se poi siamo in preda ad un attacco di fame nervosa, una tazza di tisana calda placherà la “smania di cibo” e ci lascerà un buon sapore in bocca che, almeno in parte, ci gratificherà. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali