FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Medico perugino su Facebook: "I migranti andrebbero annegati al largo"

"Non esistono diritti umani per quattro negracci che ci invadono e arrivano con le Nike". LʼAsl avvia un procedimento disciplinare

Medico perugino su Facebook: "I migranti andrebbero annegati al largo"

"I migranti andrebbero annegati al largo". Lo ha scritto un medico del Pronto Soccorso di Spoleto (Perugia) commentando una discussione nata sul gruppo Facebook "Doctorsinfuga". Le parole della donna hanno scatenato le polemiche sul social network mentre l'Asl ha avviato un procedimento disciplinare a suo carico. La dottoressa nel post affermava anche che "non esistono diritti umani per quattro negracci che ci invadono e arrivano con le Nike".

I migranti, proseguiva il post, pubblicato in un gruppo del quale fanno parte circa 38mila medici, arrivano "con le tute firmate e le trippe piene, sono con la scabbia ma per chissà quali violenze perpetuate". La dottoressa ha quindi rimosso il proprio profilo (e il post) dai social, ma la blogger Selvaggia Lucarelli ha pubblicato su Twitter lo screenshot del commento, che ha ottenuto in poco tempo centinaia di like, retweet e commenti.

Con l'apertura del procedimento disciplinare, l'Asl ha inviato una comunicazione al medico: "Come prevede la normativa - ha spiegato il direttore generale dell'azienda sanitaria, Imolo Fiaschini - la richiesta di chiarimenti è stata formalizzata dal primario del Pronto Soccorso. Ora seguiranno i passi successivi previsti dalla legge". Su caso è intervenuto anche l'assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini: "Di fronte a dichiarazioni razziali e che non rispettano la dignità della persona non possiamo certamente fare finta di niente".

Il medico si difende: "Non l'ho scritto io" - "Di sicuro quel post non l'ho scritto io". Si difende la dottoressa del pronto soccorso di Spoleto finita nella bufera. Ipotizzando uno scherzo nei suoi confronti o una violazione del profilo. Il medico denuncia intanto di avere ricevuto minacce, anche fisiche. "Attueremo ogni iniziativa per tutelarne l'immagine professionale ma anche l'incolumità fisica" ha detto il suo legale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali