FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Juve, Mandzukic chiede più spazio

La Cina lo chiama già a gennaio: per i croati può accettare

Juve, Mandzukic chiede più spazio<br />

Per ironia della sorte, la tripletta di Mario Mandzukic con la Croazia ha aperto un piccolo caso in casa Juventus. Nessun allarme, sia chiaro, ma l'attaccante croato scalpita e vorrebbe più spazio con la maglia bianconera. Chiuso da Higuain e Dybala l'ex Atletico Madrid ha giocato fin qui 345' e non ha ancora segnato. In patria lo danno in partenza già a gennaio: la destinazione sarebbe clamorosa, la Cina.

Sul tavolo ci sarebbero due offerte milionarie: quella dello Shandong Luneng, che paga già 15 milioni di euro all'anno a Graziano Pellé, e quella dello Shanghai Shenhua che in rosa ha Guarin, Martins e Demba Ba. Ora toccherà al bomber decidere il suo futuro: continuare a giocarsi un posto in bianconero o accettare una nuova sfida lasciando il calcio europeo. I prossimi tre mesi saranno fondamentali e Mandzukic ha già lanciato la sfida ad Allegri con una frase sibillina dopo i tre gol al Kosovo: "Mai avuto dubbi su di me. Mai". Un piccolo mal di pancia che se non curato potrebbe farsi più serio. I bianconeri non hanno nessuna voglia di privarsene a gennaio, ma potrebbe essere proprio il croato a chiedere di essere ceduto, come scrivono in Croazia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali