FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

"Il Caso Spotlight", al cinema lʼinchiesta sulla pedofilia nella Chiesa

Esce il 18 febbraio il film diretto da Thomas McCarthy tratto da una storia vera da Premio Pulitzer e candidato a sei Oscar

"Il Caso Spotlight", al cinema l'inchiesta sulla pedofilia nella Chiesa

"Il caso Spotlight" esce nelle sale italiane il 18 febbraio. Sul filone di film d'inchiesta da "Tutti gli uomini del presidente" a "Insider", si racconta di un team di giornalisti del Boston Globe che nel 2002 ha rivelato al mondo una drammatica verità: la Chiesa Cattolica ha protetto e coperto preti pedofili. Tra i protagonsiti Rachel McAdams, Mark Ruffalo, Michael Keaton, Stanley Tucci. Tgcom24 vi offre una clip in esclusiva.

"Il Caso Spotlight", al cinema l'inchiesta sulla pedofilia nella Chiesa

Nell'estate 2001, appena arrivato da Miami per dirigere il Globe, il neodirettore Marty Baron (Liev Schreider) ordinò al team Spotlight di indagare su un prete accusato di aver abusato, nei suoi trent'anni di permanenza nella parrocchia locale, di parecchi bambini. Il team, pur sapendo del rischio di mettersi contro la Chiesa Cattolica, decise di andare in fondo alla vicenda, scoperchiando passo dopo passo un vaso di Pandora dal quale saltò fuori di tutto. La Chiesa era colpevole di insabbiamenti reiterati.

L'inchiesta all'epoca fu premiata con il prestigioso premio Pulitzer.

Presentato fuori concorso alla 72esima Mostra internazionale del cinema di Venezia, il film è candidato a 6 premi Oscar, tra cui miglior film, miglior regia (Tom McCarthy), miglior attore non protagonista (Mark Ruffalo) e migliore attrice non protagonista (Rachel McAdams).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali