FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Spettacolo >
  • Fedez e le idee chiare sul futuro: "Non mi fido di Renzi, nella non scelta meglio Grillo"

Fedez e le idee chiare sul futuro: "Non mi fido di Renzi, nella non scelta meglio Grillo"

A Tgcom24 con il nuovo disco "Pop-Hoolista" in cui si allontana dal rap e spiazza con duetti assieme a Elisa, Noemi e Malika Ayane

- Idee chiare come gli imprenditori. Fedez con il collega J-Ax ha fondato l'etichetta indipendente NewTopia, è diventato manager di se stesso, è giudice di X Factor e ha sfornato il suo album migliore "Pop-Hoolista". "Non mi sento un rapper e sono lontano da quel mondo", dice a Tgcom24. C'è la sua firma nell'inno del raduno del Movimento 5 Stelle al Circo Massimo di Roma (10-12 ottobre): "Non mi fido di Renzi, nella non scelta meglio Grillo".

    Quello che colpisce nell'ascolto dei 20 brani inediti di "Pop-Hoolista" è il sound molto "americano". Spiccano i duetti, di impatto e intenso il brano che dà il titolo al disco con Elisa fino a "Magnifico" con Francesca Michielin per poi passare alle atmosfere quasi psichedeliche con Malika in "Sirene". Quest'ultima canzone ha una costruzione sonora e di versi complicatissima. Ma non mancano i testi più intimi come "L'hai voluto tu" in cui il cantautore si mette a nudo, come non mai, e parla anche del peso del successo. Insomma la prova del quarto album è pienamente superata. La parola ora alle radio, alle classifiche e a Fedez.

    Il tuo nuovo singolo è "Generazione Bho", avresti anche potuto scegliere uno dei duetti. Perché non l'hai fatto?
    Sarebbe stata la scelta più facile. So benissimo come ragionano le radio e avrei anche potuto tirar fuori dal cilindro uno dei duetti ma non ho voluto. Più che le radio mi interessa avere successo sul Web anzi aspetto con ansa il responso dei navigatori. Il video poi è speciale perché ambientato in una classe di anziani con una maestra che è una bambina.

    Vuoi andare a Sanremo?
    Ci ho pensato e avrei presentato "Pop-Hoolista" ma per gli impegni di Elisa e in parte anche miei poi ho deciso che non sarebbe stato il caso.

    Perché avresti scelto proprio quella canzone?
    Parliamoci chiaro a Sanremo vince la voce. Il testo, per quanto bello possa essere, ha sempre una valenza inferiore rispetto a una voce potente. Per questo avrei puntato su questo duetto.

    In "Generazione Bho" dici "Il mio Paese chiama Facchinetti figlio d'arte" ma il tema ricorre anche in altri brani. E' un attacco preciso?
    In realtà non ho nulla contro Francesco Facchinetti ma la raccomandazione è insita nella cultura italiana e negli anni scorsi siamo stati sommersi da 'figli di' di qualsiasi tipo. Forse questo è un momento in cui ci siamo liberati da certi modelli e in ogni caso penso che Francesco abbia preso uno spazio che non meritava. Con rispetto parlando, ovviamente.

    In "Non c'è due senza trash" c'è una lettera di un fan a Barbara d'Urso. Com'è nato questo brano?
    E' una sorta di monologo, molto ironico dettato da un fan. Si parla del pomeriggio pieno di racconti di cronaca e in questo caso la tv è lo specchio del Paese. Ma Barbara non c'entra nulla lei è una professionista e lavora, fa quello che la gente le chiede.

    Non sei tenero neanche col Clero in "Cardinal Chic"
    Li definisco bulli di Cartier...

    Può essere considerata una fotografia pre Papa Francesco?
    (Fa un sorriso silenzioso per qualche secondo, ndr) diciamo di sì dai. Mi premeva comunque fare questo ritratto attuale comunque perché vorrei che la ragazzina di buona famiglia di Bergamo, così come di Catanzaro, ascoltando il nome di Don Verzé si incuriosisca e vada a leggere quello che ha fatto.

    Come mai in copertina c'è un unicorno cavalcato da un poliziotto?
    E' una presa in giro del potere.

    Non ti piace Renzi?
    Non mi fido di un presidente del Consiglio che sale a Palazzo Chigi non eletto dopo aver promesso di non volerlo fare. Non sono d'accordo neanche con l'abolizione dell'articolo 18 con tutto che non ho letto ancora le proposte del Job Act. Nella non scelta della politica italiana preferisco Grillo.

    Di cosa parla l'inno che hai composto?
    Si intitola 'Non sono partito'. ha un duplice significato. Cito una Repubblica cieca ("ti fidi ciecamente, Repubblica non vedente"), non manca l'attentato a Giovanni Falcone e al Presidente Giorgio Napolitano lo invito ad andare a testimoniare al processo sulla trattativa Stato-Mafia "oppure passi il testimone".

    Sarai al raduno di Roma anche tu?

    No non ci sarò.

    TAG:
    FEDEZ
    RENZI
    Beppe GRILLO
    Pophoolista