FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Venezuela: in 6,3 milioni hanno votato a referendum anti Maduro

Tensioni e scontri nel corso della consultazione: secondo lʼopposizione almeno due persone sarebbero rimaste uccise

Venezuela: in 6,3 milioni hanno votato a referendum anti Maduro

Il 98,4% dei venezuelani, 6.387.854 persone, ha votato al referendum informale contro il piano del presidente Nicolas Maduro di riscrivere la costituzione. Il dato, fornito dall'opposizione venezuelana e dalla Commissione dei garanti, organizzatori dell'evento, è inferiore al numero di voti (7,7 milioni) ottenuto dai candidati dell'opposizione alle elezioni del 2015, risultato che aveva permesso il controllo del Parlamento agli "anti Maduro".

Il referendum ha rappresentato una prova di forza da parte della Mud (Mesa de unidad democratica) al fine di contrastare il progetto del presidente che punta alla creazione di un'assemblea costituente, per ottenere di fatto pieni poteri nel Paese.

Sangue a Caracas e tensioni in tutto il Paese - La consultazione non ufficiale ha portato però sangue a Caracas e tensioni in diversi punti del Paese. Secondo la procura, almeno una persona è morta nella capitale, ma dirigenti oppositori riferiscono di due vittime e quattro feriti gravi.

Nella giornata di domenica, per diverse ore non ci sono state notizie di incidenti gravi provocati da gruppi vicini al governo e la situazione è apparsa sotto controllo. "Ci sono stati dei tentativi di sabotaggio, ma il processo elettorale è andato avanti. Ogni nostra aspettativa è stata superata", aveva infatti dichiarato uno dei dirigenti oppositori, il vicepresidente del parlamento Freddy Guevara.

Poi però i riflettori dei media si sono puntati su Catia, una zona popolare ad ovest della capitale, dove centinaia di persone hanno contestato al grido di "assassini" la presenza a bordo di un veicolo di un gruppo di militari della "Guardia Nacional", in prima fila da tempo nel reprimere le manifestazioni antichaviste.

La situazione è presto degenerata tanto che è esploso il panico e un consistente gruppo di elettori ha cercato rifugio nella vicina chiesa di El Carmen. Carlos Ordariz, dirigente oppositore della zona, ha riferito di un attacco sferrato da "gruppi paramilitari armati": il bilancio, ha precisato, è stato di due persone morte e di almeno altre quattro ferite in modo grave. La vittima accertata è una donna, Xiomara Escot, un'infermiera di 61 anni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali