FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Perù, Papa: donne schiave violenza senza fine, voltarsi non è lecito

Francesco denuncia la "schiavitù per il lavoro, schiavitù sessuale, schiavitù per il guadagno"

"Ci siamo abituati a utilizzare il termine 'tratta di persone', ma in realtà dovremmo parlare di schiavitù". E' il "tema doloroso" su cui si è soffermato Papa Francesco nel suo incontro con la popolazione di Puerto Maldonado, nell'Amazzonia peruviana. "Fa male constatare come in questa terra tante donne siano così svalutate, disprezzate ed esposte a violenze senza fine. Non ci è lecito guardare dall'altra parte", ha aggiunto.

Il Papa in visita in Perù

"Non si può 'normalizzare' la violenza verso le donne, non si naturalizza la violenza sostenendo una cultura maschilista che non accetta il ruolo di protagonista della donna nelle nostre comunità. Non ci è lecito guardare dall'altra parte e lasciare che tante donne, specialmente adolescenti, siano calpestate nella loro dignità", ha sottolineato il Pontefice.

Il Papa denuncia la "schiavitù per il lavoro, schiavitù sessuale, schiavitù per il guadagno". "In diverse occasioni mi sono riferito alla cultura dello scarto. Una cultura che non si accontenta solo di escludere, ma che e' avanzata mettendo a tacere, ignorando e rigettando tutto cio' che non serve ai suoi interessi; sembrerebbe che il consumismo alienante di alcuni non riesca a percepire la dimensione della sofferenza soffocante di altri".

"E' una cultura anonima - prosegue - , senza legami, senza volti. Una cultura senza madre, che non vuole altro che consumare. La terra viene trattata secondo questa logica. Le foreste, i fiumi e i torrenti vengono usati, utilizzati fino all'ultima risorsa e poi lasciati inutilizzati e inservibili". "Anche le persone - ha proseguito il Papa - sono trattate con questa logica: usate fino allo sfinimento e poi abbandonate come 'inservibili'.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali