FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Parigi: auto contro un furgone della polizia, paura agli Champs-Elysées

Secondo fonti del ministero dellʼInterno si tratta di un atto terroristico. Lʼuomo alla guida del veicolo, morto in seguito allʼattacco, era armato

Allarme a Parigi nella zona degli Champs-Elysées, dove un uomo, alla guida di un'auto, si è diretto volontariamente contro un furgone della polizia. L'automobilista, Adan Lofti Djaziri, bloccato e subito arrestato, è morto: l'auto era andata a fuoco nell'impatto. Si tratta di un "atto terroristico", dicono fonti del ministero dell'Interno. Lo schianto è avvenuto all'altezza della fermata della metropolitana Franklin Roosevelt. Non ci sono feriti.

L'inchiesta è già stata affidata alla Procura antiterrorismo del Paese e la polizia fa sapere che la situazione agli Champs-Elysées è sotto controllo. A bordo dell'auto c'erano alcune bombole di gas, che hanno provocato l'esplosione del veicolo. La gendarmeria ha creato un cordone di sicurezza intorno alla zona dell'attacco.

"L'attentatore è morto" - "L'attentatore degli Champs-Elysées, Adan Lofti Djaziri, è morto". Ad annunciarlo è il ministro dell'Interno, Gerard Collomb che precisa: "Ancora una volta le forze di sicurezza in Francia sono state colpite con questo tentativo di attentato sugli Champs-Elysées. Nell'auto - aggiunge - c'erano un certo numero di armi ed esplosivi che avrebbero dovuto consentire di far esplodere il veicolo". Collomb conferma infine "l'alto livello di minaccia terroristica" e la necessità di varare la nuova legge antiterrorismo promessa dal presidente Macron.

Possedeva il porto d'armi - Adan Lofti Djaziri, già schedato come individuo a rischio radicalizzazione, era titolare di regolare porto d'armi: è quanto riferisce Bfm-Tv, precisando che aveva ottenuto un permesso per tre armi di uso sportivo valido fino al 2020. La polizia ha perquisito il suo domicilio dell'Essonne.

L'uomo era schedato dall'Intelligence - L'uomo è nato nel 1985 ad Argenteuil (Val-d'Oise) ed era schedato con la lettera "S", sigla riservata per i sospetti radicalizzati. Lo riferisce il quotidiano Le Parisien.

L'attacco nei pressi dell'Eliseo - L'azione, che si è conclusa davanti al commissariato dell'VIII arrondissement, si è svolta a poche centinaia di metri dall'Eliseo, dove questa sera il presidente Emmanuel Macron riceverà per una cena ufficiale il re di Giordania, Abdallah II.

Torna la paura attentato agli Champs-Elysées

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali