FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Tempo reale

Barcellona, furgone sulla folla nel centro della città: 13 morti | LʼIsis rivendica

Due terroristi arrestati, ma tra loro non cʼè lʼuomo alla guida del van. Si teme che tra le vittime ci possa essere un italiano di Legnano

Barcellona, furgone sulla folla nel centro della città: 13 morti | L'Isis rivendica

Un furgone si è lanciato sulla folla sulla Rambla de Canaletes a Barcellona, in Spagna, nel centro della città. Il bilancio fornito dal governo locale parla di 13 morti e oltre 100 feriti, alcuni gravi. Si teme che tra le vittime ci possa essere un 35enne di Legnano. L'Isis ha rivendicato l'attacco. La polizia riferisce di avere effettuato due arresti, ma tra loro non c'è l'uomo alla guida del van che risulta ancora in fuga.

  • Catalogna, operazione di polizia in corso a Cambrils

    Operazione di polizia a Cambrils, in Catalogna, per un possibile attacco terroristico dopo l'attentato sulla Rambla di Barcellona. "Se siete a Cambrils, non uscite. Restate in casa, restate al sicuro", scrive su Twitter la polizia catalana.

  • Allentata chiusura della Rambla: turisti tornano in albergo

    La polizia ha allentato la chiusura finora ermetica del centro di Barcellona attorno alla Rambla e autorizza ora i turisti che alloggiano negli alberghi della zona a rientrare. I turisti, riuniti in gruppi, sono accompagnati fino agli alberghi da agenti. Sono state inoltre tutte "liberate" le persone che si erano rifugiate in negozi e locali della zona e che la polizia aveva invitato a non uscire per diverse ore per motivi di sicurezza.

  • Ancora in fuga il conducente del furgone

    Risulta sempre in fuga il terrorista che ha provocato la strage della Rambla questo pomeriggio a Barcellona al volante di un furgone bianco. L'uomo, fuggito a piedi dopo che il furgone si era schiantato contro un'edicola all'altezza del teatro del Liceo, è attivamente ricercato dalla polizia, che ha allestito posti di blocco sulle principali vie d'uscita dalla città.

  • Rajoy: "Lutto nazionale in Spagna per 3 giorni"

    Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha annunciato tre giorni di lutto nazionale in tutta la Spagna dopo la strage di Barcellona. Un periodo di lutto di tre giorni era già stato decretato dal governo catalano del presidente Carles Puigdemont.

  • Si teme per un italiano di Legnano

    Si teme per la vita di un italiano dopo l'attentato che ha colpito Barcellona: si tratta di un 35enne residente a Legnano, in Lombardia, che era in vacanza nella città catalana con la moglie e i figli. Al momento tuttavia non ci sono conferme ufficiali della notizia.

  • Esplosione ad Alcanar legata ad attentato

    La polizia catalana ha comunicato che sta indagando su un'esplosione avvenuta ad Alcanar, che è costata la vita a una persona e ne ha ferite altre sette, in relazione all'attentato di oggi sulla Rambla di Barcellona. Le prime ipotesi parlano dell'esplosione di una grande quantità di gas.

  • Polizia: autista del furgone non è tra i due arrestati

    Le due persone arrestate dalla polizia sone collegate con l'attentato di Barcellona, ma fra di loro non c'è il conducente del furgone, ha detto questa sera il dirigente dei Mossos d'Esquadra, la polizia catalana Josep Lluis Trapero. Uno dei due è di nazionalità marocchina, l'altro è un cittadino spagnolo nato a Melilla, l'enclave spagnola in territorio marocchino.

  • Il furgone che ha travolto i pedoni sulla Rambla - FOTO

    Barcellona, il furgone che ha travolto i pedoni sulla Rambla

  • Decretati tre giorni di lutto in Catalogna

    Il governo catalano ha deciso tre giorni di lutto nazionale dopo l'attentato di Barcellona. Lo ha detto il ministro dell'Interno catalano Joaquim Forn.

  • Nuovo bilancio: 13 morti e oltre 100 feriti, alcuni gravi

    "Possiamo confermare che ci sono 13 morti e piu' di 100 feriti" ma "questa cifra dei feriti potrebbe crescere, come pure il numero di morti" dal momento che "alcuni dei feriti sono in condizioni gravi". È il nuovo bilancio dell'attacco di Barcellona comunicato in conferenza stampa dal responsabile degli Interni del governo della Generalitat di Barcellona, Joaquim Forn. "Stiamo lavorando in maniera rapida per identificare le persone fornendo notizie ai consolati", ha aggiunto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali