FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Per Pasqua niente colombe Melegatti: salta lʼaccordo col fondo Abalone

Chiesta la cassa integrazione solo per i lavoratori che non hanno scioperato. Il termine ultimo per evitare il fallimento è il 23 febbraio

Pasqua 2018 sarà senza le colombe Melegatti. Mentre per il pandoro, grazie anche al supporto dei consumatori, si era verificato il "miracolo" di Natale, così non sarà per il tradizionale dolce pasquale. L'accordo con il fondo maltese Abalone, infatti, non è stato firmato e la situazione è tornata  critica, con la Melegatti senza denaro liquido per pagare fornitori e dipendenti. E l'azienda ha chiesto che la cig vada solo a chi non ha scioperato.

Senza la firma sull'accordo, quindi, la produzione di dolci pasquali è ferma. La rabbia tra i dipendenti è tanta. L'azienda, inoltre, ha scaricato ogni responsabilità sul fondo Abalone, accusandolo di non aver rispettato gli impegni presi per Natale (cioè la messa a disposizione di fondi fino a 6 milioni di euro) e per questo la proprietà della Melegatti è pronta a chiedere il risarcimento per i danni. Accuse respinte dal fondo maltese con un secco: "No comment".

Intanto si muove la regione Veneto, che è scesa in campo convocando un incontro giovedì 8 febbraio. Il termine ultimo per evitare il fallimento è il 23 febbraio. "Gli advisors e la proprietà sono al lavoro per trovare una soluzione alternativa entro i termini stabiliti dal Tribunale per salvare la storia e la tradizione dell'azienda veronese", comunica la Melegatti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali