FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
CHIUDI X

Video Tgcom24 -Cronaca

Giulio Regeni, trovato il pc, ma il telefonino dove è finito?

Le autorità egiziane negano di essere in possesso del dispositivo. Potrebbe svelare le ultime ore del ragazzo
LE TORTURE SUBITE DA GIULIO

- Dove è finito il cellulare di Giulio Regeni? Se lo chiedono gli investigatori della Procura di Roma che indagano sul caso. Da giorni hanno chiesto alle autorità egiziane di fornire questo elemento ma da Il Cairo arrivano risposte evasive. Il capo della Procura di Giza ha riferito che accanto al corpo del ricercatore italiano o nel suo appartamento non è stato rivenuto alcun telefonino, mentre il pc è stato recuperato dalla famiglia.

Giallo Regeni, le ultime ore di Giulio

di Isabella Josca

embed video

Il personal computer di Giulio, dapprima introvabile, è stato in realtà recuperato dai familiari del giovane friulano in Egitto e consegnato alle autorità italiane. Ora si trova nella disponibilità dei magistrati che indagano sulla morte di Regeni. Secondo quanto si apprende alla famiglia del ricercatore non risulta che Giulio avesse un tablet o altro supporto informatico ad eccezione del cellulare, che il ragazzo usava portare sempre con sé, e che non è stato ritrovato.

I carabinieri del Ros inviati nella capitale egiziana sono intanto al lavoro. I primi ad essere stati contattati sono gli amici di Giulio Regeni. Si tratta di Amr Assad, Noura Whaby e due italiani. Uno di questi ultimi, da tempo in Egitto per insegnare Scienze politiche all'università britannica, era colui che Giulio avrebbe dovuto incontrare la sera della scomparsa. E' stato lui a chiamarlo quella sera per 25 minuti, poi il cellulare è stato spento.

E nonostante il governo egiziano insista nel dire che per loro si è trattato di un omicidio legato alla criminalità, i nostri inquirenti non mollano la pista del delitto ad opera di servizi segreti o apparati paramilitari. Giulio potrebbe essere stato "venduto" da qualche informatore infiltrato solo perché lui stava facendo domande in ambienti legati ai sindacati e ai movimenti anti-governativi.

Forse qualche intervista di Giulio Regeni potrebbe aver dato fastidio a qualcuno. Per questo sapere con chi ha parlato nelle ultime ore o su cosa stava lavorando è fondamentale per l'inchiesta.

"Regeni non era uno 007" - Giulio Regeni non apparteneva ai servizi segreti, né collaborava con le agenzie del governo italiano. Lo avrebbe ribadito il direttore del Dis (Dipartimento informazioni sicurezza) Giampiero Massolo in un'audizione al Copasir. Quella di Regeni, ha aggiunto, è una vicenda complessa e la soluzione non sarà rapida. Un autorevole sito egiziano rivela intanto che il cellulare di Giulio fu agganciato per l'ultima volta da una cella nei pressi della sua abitazione a Il Cairo.

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X
TAG:
Giulio regeni
X

Notizie correlate

TAG:
Giulio regeni