FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Spettacolo > Simone torna ed è subito un successo
12.5.2011

Simone torna ed è subito un successo

"Ho fatto tutto da solo grazie a internet", dice a Tgcom il cantante subito nella Top20 di iTunes

foto Ufficio stampa
11:22 - "E' stato tanto tempo fa", quando, nel 2004, debuttò a Sanremo con questa canzone che in poco tempo diventò un successo radiofonico. Sette anni dopo, Simone torna alla ribalta con un nuovo album che porta il suo nome e cognome, Simone Tomassini, con il lancio proprio nel giorno del suo compleanno. In poche ore e con un tam tam solo sul web è balzato al 18esimo posto nella classifica di iTunes. "Un successo inaspettato", racconta Simone a Tgcom.
Il disco, masterizzato ai mitici Sterling Sound Studios di New York, è stato prodotto da Gallery Records Inc., casa di produzione americana all'avanguardia di cui Simone è direttore artistico per l'Italia e distribuito dalla Self.

Dopo tre anni di pausa forzata per motivi familiari, Simone ha scelto un giorno speciale per fare un regalo a tutti i suoi fans balzando subito al numero 19 della classifica vendite iTunes. Tutto questo uscendo dagli schemi tradizionali, facendo promozione solo su internet e social network, senza major importanti alle spalle né l'aiuto di radio e tv. Tgcom ha intervistato per primo l'artista dopo questo importante risultato.

Simone quali sono state le tappe di questo ritorno in grande stile?
Guarda, non mi aspettavo una cosa del genere, è veramente bellissimo. D'accordo con Vasco Rossi e la sua etichetta (con cui Simone ha collaborato per i precedenti album ndr) ho deciso di andare da solo. Dopo centinaia di concerti e la carica che i fan mi hanno dato a ogni incontro ho voluto muovermi con le mie gambe e usare il mio nome e cognome.

Come mai questa scelta?
L'ho fatto in onore di mio padre che è morto il 29 aprile del 2008. E' in suo onore e per dimostrare che sono ormai diventato grande che ho scelto di aggiungere il mio cognome al nuovo album. Dopo tre anni difficili, nell'anniversario della sua scomparsa, il 29 aprile 2011 è uscito su internet il mio singolo di lancio "Caduta libera" e l'11 maggio, giorno del mio compleanno, l'album.

Nella sua carriera ci sono stati incontri fortunati come quello con il manager di Vasco. Com'è andata questa volta?
Anche qui sono stato veramente fortunato. Ero a New York e un pomeriggio mi sono messo a cantare da solo con la mia chitarra e l'armonica vicino al ponte di Brooklyn. Per caso è passato di lì Simone Tarantino, responsabile a livello mondiale di Gallery Records. Ha iniziato a parlarmi dicendomi che gli piacevano i pezzi che stavo suonando. Grazie a questa conoscenza ho iniziato a informarmi su come funzionasse la distribuzione della musica on line e mi sono buttato entrando in questa innovativa etichetta. Poi ho conosciuto Will Quinnell, uno dei migliori ingegneri del suono dei famosi Sterling Sound Studios di New York. Lui mi ha sostenuto fin da subito, dicendomi anche che la mia musica è più vicina allo stile americano che italiano. Ho poi voluto imparare lo spagnolo grazie a un'amica cubana e ho cantato sette dei miei nuovi brani anche in questa lingua. Incontri che hanno cambiato la mia vita, anche questa volta.

Quanto hanno influito i social network e il web per questo successo?
Tantissimo. Grazie a Facebook sono in contatto continuo con i miei fan che hanno scaricato il mio album da iTunes facendomi arrivare a questa inaspettata posizione in classifica. Ho postato la notizia dal mio profilo poco prima di parlare con voi e in 24 ore c'è stato un boom di scaricamenti.

Credi che i giovani musicisti possano seguire il tuo esempio sfruttando le nuove tecnologie per farsi conoscere?
Sì, senza dubbio. Anch'io, come responsabile per l'Italia di Gallery Records, sono alla ricerca di nuovi talenti che mi possono contattare sul mio sito www.simonetomassini.com. Sto facendo anche un tour nelle scuole per incontrare i giovani musicisti emergenti. Sabato 14 maggio sarò in mattinata all'auditorium della scuola media Lotto di Bergamo dove ci sarà un mio live gratuito per studenti e non. Incontrare i ragazzi più giovani di me mi dà una grande carica e vorrei ricambiare le possibilità che ho avuto io lanciando a mia volta qualche talento.
Filippo Tramelli
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile