FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Motori > Volkswagen E-Bugster
9.2.2012

Volkswagen E-Bugster

Un antipasto della Golf elettrica attesa nel 2013

foto Ufficio stampa
09:00 - Il Maggiolino guarda al futuro. L’automobile più evergreen che sia mai stata costruita, sempre con le stesse riconoscibili curve dall’inizio degli anni 30 del XX secolo a oggi, scopre ora l’alimentazione elettrica. Volkswagen ha infatti preparato il prototipo E-Bugster che altro non è che la variante elettrica (anche se con due soli posti) del Beetle, con carreggiate un po’ più pronunciate e ruote da 20 pollici.

Il gruppo tedesco ha infatti deciso di spingere l’acceleratore sull’alimentazione elettrica, perché è qui che si gioca la sfida per diventare il primo costruttore al mondo, obiettivo caro ai vertici di Wolfsburg. Al Salone di Detroit ha così esposto due vetture elettriche: la berlina Jetta Hybrid e appunto la E-Bugster, il cui motore elettrico pesa appena 80 kg e sviluppa 85 kW di potenza, come dire più di 110 CV. È alimentato da una batteria agli ioni di litio collocata dietro i sedili anteriori e assicura un’autonomia di marcia invidiabile in modalità esclusivamente elettrica, circa 180 km, coprendo così la maggior parte delle esigenze giornaliere di qualsiasi pendolare.

Non solo, ma grazie a un sistema di ricarica rapida, la E-Bugster ha bisogno di soli 35 minuti per tornare su strada con le batterie completamente funzionanti. La normale rete da 230V basta e avanza per la ricarica ordinaria e poi la vettura riesce ad allungare la vita delle batterie grazie al sistema di frenata rigenerativa. Una tecnologia nota come Blue-e-motion, che nel 2013 arriverà anche sulla attesissima Golf elettrica.

Ma c’è un altro aspetto importante nel progetto E-Bugster ed è il fatto che Volkswagen non sta lavorando da sola. Si è infatti costituito un polo di sviluppo per il nuovo sistema di caricamento combinato (Combined Charging Systems), che vede il colosso tedesco lavorare in partnership con BMW, Daimler, Porsche e con le americane Ford e General Motors (Opel). L’obiettivo è individuare uno standard uniforme per le spine delle auto elettriche e favorire di conseguenza la diffusione dell’alimentazione elettrica su scala mondiale.

OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Altre news di motori
Son tutte ibride
La gamma Lexus è tutta ibrida elettrica. Cinque auto su cinque, l’ultima arrivata è la Lexus IS Hybrid
Fatta a mano in Italia
Una bicicletta nel segno dell’Alfa Romeo 4C. È la Bicicletta 4C IFD, disegnata dal centro Stile Alfa Romeo e da Compagnia Ducale
Più vicino a Range Rover
guarda il video
Nuovo look, nuovo e ultra efficiente motore V6 benzina, nuova trasmissione. Rinnovamento profondo per Land Rover Discovery
Debutto il 5 ottobre
guarda il video
Arriva in Italia la nuova BMW Serie 4 Coupé. Un’auto che reinventa sé stessa, perché evoluzione delle gloriose Serie 3 Coupé