FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siria, Gentiloni: "Non possiamo accettare uso di armi chimiche"

Siria, Gentiloni: "Non possiamo accettare uso di armi chimiche"

"Qualche giorno fa, in Siria, è stato posto un dilemma angoscioso, e cioè se possiamo, a 100 anni dalla conclusione della Prima Guerra Mondiale, adattarci all'idea di convivere con le armi chimiche, considerandole legittime". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni durante l'informativa alla Camera. "La risposta unanime a questo dilemma - ha sottolineato - è semplice: non possiamo accettare l'uso e la legittimazione delle armi chimiche".

"Da Usa risposta motivata e mirata" - Gentiloni ha quindi affermato che il raid del 14 aprile da parte di Usa, Francia e Gran Bretagna, è stata "una risposta motivata, mirata e circoscritta. Non ci sono indicazioni di vittime civili né indicazioni di danni collaterali" il che dimostra che "la risposta è stata coordinata con attori presenti per scongiurare vittime civili".

"Nessun dubbio sull'uso di armi chimiche" - Non c'è alcun "dubbio", ha proseguito il premier, che in Siria siano state usate armi chimiche, lo confermano "diverse fonti, tra cui l'Oms" e "abbiamo visto tutti le immagini". "Sappiamo che il regime di Bashar al Assad ha fatto ripetutamente uso di armi chimiche. La città di Douma è stata oggetto di un attacco in cui secondo ogni evidenza si è ripetuto l'uso di armi chimiche, probabilmente cloro miscelato con sarin o agenti assimilabili".

"Da Assad irragionevole logica del terrore" - "Il conflitto è senza fine, il regime è responsabile di crimini inauditi e a chi si domanda il famoso 'cui prodest', perché Assad avrebbe dovuto accanirsi ora che sta vincendo con armi chimiche a Douma, io risponderei che di ragionevolezza in questi sette anni di conflitto ne ho vista ben poco. Ho visto francamente in questi anni solo l'irragionevole logica del terrore, quindi non mi domando dove sia la ragionevolezza dell'uso di armi chimiche contro il proprio popolo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali