FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Libano, si è dimesso il premier Saad Hariri

Il primo ministro di Beirut ha annunciato la sua decisione durante una visita in Arabia Saudita accusato lʼIran di ingerenze nella politica del mondo arabo

Libano, si è dimesso il premier Saad Hariri

Il primo ministro del Libano, Saad Hariri, si è dimesso. Il premier ha annunciato la sua decisione in occasione di una visita in Arabia Saudita. Hariri, in una dichiarazione rilasciata ad Al Arabiya, ripresa dalle televisioni locali e dall'agenzia ufficiale Nna, ha accusato l'Iran di ingerenze nella politica del mondo arabo. Critiche anche al gruppo sciita Hezbollah che fa parte del governo.

Nominato primo ministro alla fine del 2016, ha guidato un governo di unità nazionale formato da 30 membri tra cui anche componenti di Hezbollah. Nel suo discorso di dimissioni Hariri ha lasciato intendere di temere per la propria vita e di aver percepito oggi in Libano la stessa tensione che c'era prima dell'assassinio di suo padre Rafiq Hariri, nel 2005.

"Viviamo in un clima simile all'atmosfera che ha preceduto l'omicidio di mio padre Rafik al-Hariri (ucciso da un'autobomba il 14 febbraio 2005, ndr). So che c'è un piano per colpire la mia vita", ha spiegato il premier secondo quanto riferisce l'emittente Al Arabiya.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali