FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gb, spese record per la famiglia reale: oltre 100 milioni di sterline in 12 mesi

La cifra ha creato imbarazzo a corte data l'attuale instabilità finanziaria dovuta agli effetti della guerra in Ucraina, tra cui l'aumento delle bollette e la crescita generalizzata dell'inflazione

regina elisabetta balcone
Afp

Ha fatto storcere il naso, a corte e sui media, il bilancio annuale del Fondo Sovrano della famiglia reale britannica, ossia gli stanziamenti per le spese e i rimborsi di casa Windsor sovvenzionati con il denaro dei contribuenti.

Negli ultimi 12 mesi, i costi pubblici per il mantenimento della Royal Family hanno segnato un livello record: oltre

100 milioni di sterline

, il 17% in più rispetto all'ultimo rendiconto. Una cifra che stride in un momento di instabilità finanziaria dovuto agli effetti della guerra in Ucraina, tra cui la crisi energetica globale.


Le entrate di Carlo

- L'aumento delle

bollette

e la crescita generalizzata dell'

inflazione

non aiutano di certo i sudditi a "sorvolare" sulle spese di casa Windsor. La famiglia reale è "assai consapevole" dell'aumento del costo della vita dei cittadini, ha fatto sapere un portavoce della corona durante l'incontro con la stampa prima della pubblicazione dei dati. Ma a creare ulteriore imbarazzo sono anche i profitti delle proprietà del ducato di Cornovaglia, affidato al principe Carlo. Il fondo privato dell'erede al trono vede il proprio valore aumentare a 1,2 miliardi di sterline, 93 milioni in più dell'anno scorso. Il denaro viene utilizzato sia per finanziare le attività reali che per iniziative di beneficenza.



Le donazioni a Carlo

- Non è un periodo tranquillo per la corona inglese. Solo pochi giorni fa, il Sunday Times - la versione domenicale del Times - ha pubblicato la notizia secondo cui Carlo avrebbe ricevuto "tre milioni di euro in contanti tra il 2011 e il 2015 dallo sceicco Hamad bin Jassim bin Jaber al-Thani, ex premier del Qatar". Come chiarito da Clarence House, residenza ufficiale del principe, questi soldi sono stati trasferiti alle organizzazioni benefiche patrocinate da Carlo.


 


Nessun sospetto di illegalità quindi, ma lo scoop è emerso in un momento delicato per l'erede al trono: negli ultimi mesi le donazioni sono sotto osservazione del Metropolitan Police Service, dopo che uno degli enti di beneficenza avrebbe offerto aiuto a un donatore saudita per assicurargli un'onorificenza e la cittadinanza britannica.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali