FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

8/9/2008

Test sul Big Bang:la Terra morirà?

Reclamo respinto, l'esperimento si farà

Tam tam di paura per l'accensione del mega acceleratore di particelle al Cern di Ginevra, prevista mercoledì 10 settembre. Gli scienziati vogliono creare dei "buchi neri" per studiare l'origine dell'universo mentre i più scettici temono che l'esperimento possa risucchiare la Terra in un vortice dalla potenza sconosciuta. Due americani si sono rivolti alla Corte europea chiedendo di bloccare l'esperimento, ma il loro ricorso è stato respinto.

L'esperimento, che farà scontrare due fasci di particelle in un tunnel lungo 27 km sotto la città svizzera, scatenerà una temperatura di 1000 miliardi volte superiore a quella del cuore del Sole. Gli obiettivi degli studiosi del Cern sono tanti: trovare il bosone di Higgs, soprannominato la "particella di Dio" perché spiega come mai la materia abbia masse diverse, decifrare la natura della materia oscura dell’universo, individuare nuove particelle o incontrare addirittura dimensioni sconosciute.

Ma un allarme, già diffuso nel 2003 e lanciato da un gruppo di studiosi, paventa catastrofi e la distruzione della Terra se la macchina più grande mai costruita dall'uomo entrerà in funzione. La paura dei detrattori di Lhc (Large Hadron Collider) è che si possa, con gli esperimenti dell'acceleratore, creare un mini buco nero che potrebbe crescere di dimensioni e potenza, fino a risucchiare la Terra divorandola completamente nel giro di quattro anni.

La scienza europea ha alzato tutti i suoi scudi e ribadito: "L'acceleratore è sicuro". Un'affermazione perentoria, messa nero su bianco, in un duplice confronto di Rapporti scientifici internazionali. Anche il direttore della Scuola internazionale di fisica subnucleare di Erice, Antonino Zichichi, tranquillizza sull'esperimento: "Il pericolo della creazione di buchi con l'avvio dell'esperimento Lhc è privo di fondamento scientifico". Sulla stessa linea anche il presidente dell'Infn, Roberto Petronzio, a capo dell'ente di ricerca italiano che ha dato il maggior contributo italiano a Lhc, in termini di scienza e uomini: "L'acceleratore Lhc è sicuro e ogni preoccupazione che ci possano essere rischi è una semplice fiction".

Tu credi all'ipotesi della catastrofe? Qual è il tuo ultimo desiderio da realizzare se la fine del mondo fosse veramente così vicina?

Invia un commento


(Afp)

COMMENTI

23/09/08

Elena

vorrei avere una famiglia ma se fosse troppo imminente mi piacerebbe poter salvare almeno gli animali che non centrano nulla e subiscono per colpa nostra
21/09/08

giudy

vorrei incontra a miley cyrus in un suo concerto e avere il suo autografo vorrei vedere a mia nipote muriel avere il nintendo ds e fidanzarmi x un anno cn silvio!poi riguardo a questa cosa del buco nero nn è giusto xkè se nn riesce e si forma il buco anche loro vengono risucchiati e poi togliere la vita e tt le meraviglie del mondo solo x un esperimento?!? nn mi sembra giusto...e cn tt quei soldi..si possono fare un miliardo di kose cm aiutare i poveri costruire il ponte dello stretto di messina
15/09/08

nippon

No affatto!!!! darei la mia vita X sapere le origini dell'universo,della terra e del uomo. Perchè così non dovremmo più frequentare nessuna religione, perchè X me dio non esiste e non ha fatto niente X l'uomo, è tutto evoluzione della natura.
E il mio ultimo desiderio è avere la ragazza dei miei sogni!!!!!!!!!
12/09/08

sam

La materia e l'energia conosciute costituiscono solo il 4 % (o quello che è) dell'universo.
Scoprire di cosa è fatto l'altro 96% può significare ottenere nuove FONTI di ENERGIA RINNOVABILE, più DIPONIBILE e PULITA del petrolio e del nucleare a fissione.
Inoltre molte APPLICAZIONI che derivano da questo tipo di fisica servono alla DIAGNOSI e alla CURA delle MALATTIE e all'avanzamento della MEDICINA.
QUESTO farà l' LHC.
Sono soldi spesi benissimo!
W il CERN!!
11/09/08

antonella e dory

non ci sono parole...... non si poteva con quei miliardi
aiutare le persone che nel 2008 muoiono ancora di fame o risolvere i gravissimi problemi ambientali che distruggono il nostro mondo??????? banale forse si, pero' realta'.! LA NATURA NON SI SFIDA
Non potevano creare un gioco della play station ? di sicuro non avrebbe fatto danni