FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Mondo > Al Qaeda in Iraq giura fedeltà a Zawahiri
9.5.2011

Al Qaeda in Iraq giura fedeltà a Zawahiri

E' il medico egiziano il successore di Bin Laden riconosciuto dal braccio armato iracheno

foto Ansa
19:12 - La cellula irachena di Al Qaeda ha giurato fedeltà ad Ayman Al Zawahiri come successore di Osama Bin Laden. Il giuramento è apparso in un comunicato diffuso sui forum jihadisti in Internet. Il messaggio celebra la morte del terrorista saudita e, nello stesso tempo, indica nel medico egiziano il suo successore.
Al Qaeda in Iraq ha anche promesso di vendicare la morte dello Sceicco del terrore: "Giuro, in nome di Allah, sangue per sangue e distruzione per distruzione", ha affermato il califfo dello Stato Islamico in Iraq, Abu Bakr Al-Baghdadi al-Hussaini al-Quraishi, in un comunicato diffuso su un sito islamista. "Voglio dire ai fratelli di Al Qaeda e soprattutto allo sceicco Ayman al-Zawahiri... siate tranquilli poiché al vostro servizio, nello Stato Islamico dell'Iraq, vi sono uomini pieni di fede che seguono il giusto sentiero e non lo abbandoneranno né saranno costretti ad abbandonare".

La notizia della morte di Bin Laden "data dai crociati miscredenti americani - prosegue il messaggio - ci ha sorpresi e scossi: ancora siamo increduli come tutti i musulmani del mondo e lo siamo stati fino a quando non è stata confermata". Ma la formazione armata ribadisce che "la morte di Bin Laden non fa che aumentare nei nostri fratelli mujahidin la fermezza nel combattere. Per questo diciamo ai fratelli dell'organizzazione di Al Qaeda, e in primis al mujahid Ayman al-Zawahiri, che Allah lo protegga, e ai fratelli del direttorio".

"Il Pakistan non ha protetto Osama"
Il Pakistan è determinato a eliminare il terrorismo, e ogni accusa di complicità o incompetenza sulla caccia a Osama Bin Laden è "assurda". Parola del premier pakistano Yousuf Reza Gilani, che ha difeso Islamabad dalle accuse di aver ospitato per anni lo sceicco del terrore. Dopo l'uccisione di Osama, da Washington era venuta una richiesta di chiarimento al riguardo e lo stesso Obama aveva ipotizzato che qualcuno in Pakistan abbia aiutato Bin Laden
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile