FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Striscia la Notizia, a Torino supermedico della mutua: segue 2500 pazienti

Il dottor Paolo Gambetta lavora in uno dei quartieri più multietnici della città, lʼinviata Rajae è andata a intervistarlo

Dieci persone all'ora, per un massimo di sei minuti a testa. Queste sono le stime indicative di Rajae, inviata di Striscia la Notizia mandata a intervistare a Torino il medico con un numero di pazienti pari a più del doppio di quelli di un qualunque altro medico di base: sono infatti in 2500 a rivolgersi a lui, tantissimi stranieri ma anche molti italiani. Paolo Gambetta lavora in uno dei quartieri più multietnici della città e per capire i motivi di una così evidente disparità, Rajae si è recata all'A.S.L. della città per chiedere informazioni alla dottoressa Barbara Vinassa. "La normativa nazionale e ragionale prevede un'assistenza sanitaria ai soggetti anche solo temporaneamente presenti sul nostro territorio, con permesso di soggiorno in attesa dello stesso".

Questo spiega perché il dottor Gambetta sia così oberato di lavoro e ai microfoni del tg satirico spiega che non ci sono nemmeno problemi di comunicazione: quasi tutti i suoi pazienti parlano bene o male italiano, l'unica eccezione sono i cinesi. "Con loro ci intendiamo a gesti, oppure usiamo un traduttore online".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali