FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, Cassazione: "Per ottenere il permesso di soggiorno non basta l'integrazione"

Accolta la tesi del Viminale, allora guidato da Salvini, che sosteneva come, per concedere un permesso di soggiorno occorra comparare anche la "specifica compromissione" dei diritti umani nel Paese di origine

migranti barconi zattere canale sicilia immigrati generica

Il solo dato di essersi socialmente ed economicamente inseriti nella società italiana non è sufficiente per dare ai migranti il permesso di soggiorno per motivi umanitari. Lo hanno stabilito le Sezioni Unite della Cassazione dando ragione al Viminale, guidato da Matteo Salvini quando il ricorso è stato depositato, che sosteneva che i permessi non possono essere concessi sulla base del solo elemento dell'integrazione.

E' stata dunque accolta la tesi del Viminale, allora guidato da Salvini, che sosteneva come, per concedere un permesso di soggiorno occorra comparare anche la "specifica compromissione" dei diritti umani nel Paese di origine di chi richiede il permesso di soggiorno in Italia.

 

Così la Suprema Corte ha annullato con rinvio al giudice di merito il caso di un bengalese che aveva avuto il permesso perché aveva trovato lavoro stabile a Firenze, e di due gambiani. Il primo lo aveva ottenuto in base al fatto che studiava all'università di Trieste e aveva buoni rapporti sociali mentre in Gambia non aveva più nessuna relazione, e il secondo - anche lui cittadino gambiano - aveva avuto il permesso di soggiorno per una generica situazione di pericolo alla quale sarebbe stato esposto nel suo paese di origine.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali