FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Ostacolarono le operazioni dei vigili del fuoco", nove indagati a Milano dopo la retata in via Gola

A Capodanno una squadra di pompieri presa a bottigliate da un gruppo di ragazzi del quartiere di case popolari: lʼinchiesta riguarda anche tre minorenni

Milano, retata della polizia in via Gola

Nove giovani, tra cui 3 minorenni, sono indagati per concorso in incendio, resistenza a pubblico ufficiale, lancio di oggetti pericolosi e interruzione di pubblico servizio, dopo le perquisizioni della polizia in via Gola per l'aggressione ai vigili del fuoco avvenuta la notte di Capodanno a Milano. Nell'inchiesta viene contestato anche il furto delle chiavi di un mezzo dei pompieri. Si tratta di "teppisti" senza legami con ambienti eversivi.

Le perquisizioni - La polizia ha avviato una serie di perquisizioni a Milano nei confronti delle persone sospettate "di aver ostacolato i vigili del fuoco nell'operazione di spegnimento di un incendio" a Capodanno. Secondo l'accusa, il rogo è stato "verosimilmente appiccato da loro poco prima per festeggiare". Lo ha comunicato la Questura del capoluogo lombardo. 
 

 

I fatti del 31 dicembre - Le perquisizioni sono state autorizzate dalla Procura che indaga dopo i fatti accaduti la notte del 31 dicembre. Sul posto oltre alla Squadra mobile e gli agenti del commissariato Ticinese, ci sono uomini della Digos e della Scientifica. Le prime indagini, infatti, avevano escluso una eventuale matrice politica dell'episodio e subito dopo anche la partecipazione diretta di antagonisti strutturati a organizzazioni ai fatti, avvenuti la notte di San Silvestro, quando in via Gola erano state gettate masserizie che erano state incendiate provocando fiamme alte e spavento, e dove infine era stata ostacolata l'azione dei pompieri.

 

I giovani inquadrati dalle telecamere - Tra le decine di persone che cantavano e ballavano e bevevano intorno al falò, a minacciare i vigili del fuoco sarebbero stati non più di una quindicina, abitanti negli appartamenti occupati del quartiere oppure ospiti di altri occupanti, tutti giovanissimi. Sono stati inquadrati dalle telecamere le cui immagini sono state acquisite dalla polizia. Per ora le contestazioni riguarderebbero episodi di resistenza a pubblico ufficiale (non lesioni), danneggiamento e porto di armi improprie. Infatti dai primi risconti sarebbe stata usata anche una pistola, probabilmente giocattolo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali