FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Champions, Juventus fuori agli ottavi: vince il Bayern ai supplementari

Bianconeri raggiunti al 90ʼ da Mueller, poi Thiago e Coman firmano il 4-2

Champions, Juventus fuori agli ottavi: vince il Bayern ai supplementari

Finisce agli ottavi di finale l'avventura in Champions League della Juventus di Allegri, rimontata al novantesimo da Mueller e punita dall'uno-due del Bayern Monaco nei supplementari. Il 4-2 dopo centoventi minuti premia i bavaresi, dominati dalla Juventus per un'ora con i gol illusori di Pogba e Cuadrado. Al 73' Lewandowski riapre i giochi, poi il pari beffa nel finale. Nell'extratime i gol di Thiago Alcantara e Coman chiudono i conti.

LA PARTITAUn'impresa studiata, costruita e gettata via quando ormai il sogno di potercela fare per davvero era stato più che accarezzato. Il dominio tattico impostato da Allegri per un'ora di gioco all'Allianz Arena non è servito a portare alla Juventus a casa la pelle, pur avendo dominato in lungo e in largo il primo tempo e chiudendolo avanti di due gol, trovando il terzo - annullato ingiustamente - e sfiorando quello buono in diverse occasioni. Poi sono arrivati stanchezza e cambi, lì è arrivata la svolta, con la dea bendata che ha voltato le spalle ai bianconeri costringedoli ai supplementari a solo tre giri d'orologio dalla fine. Crudele, come solo il calcio sa fare. Restano gli applausi, per quanto contano, e la paura fatta provare alla corazzata Bayern Monaco. I bavaresi con il 4-2 al 120' però vanno ai quarti ed è quello ciò che conta.

Parlare però di una Juventus che nonostante l'assenza di quattro titolari per un'ora abbondante di gioco ha fatto vedere le streghe - e qualcosa di più - ai 72mila dell'Allianz rende bene l'idea del capolavoro tattico pensato da Allegri in settimana. Svanito nel finale, certo, ma per tutto il primo tempo il 4-4-2 camaleontico del tecnico, tanto 4-3-3 quanto 4-5-1, con Pogba a fianco di Morata i bianconeri hanno dominato l'avversario aggredendolo alto e costringendolo ad errori banali come al 5' quando Neuer e Alaba, pressati, regalano a Pogba il gol del vantaggio. Proprio la posizione del francese ha mandato in tilt la retroguardia di Guardiola e se al 23' la partita non si è conclusa è solo perché Eriksson annulla a Morata il raddoppio. Poco male, perché dopo una fase di pressing alto i bianconeri arretrano il baricentro dando il compito a Morata di affondare i colpi negli spazi. Detto, fatto. Al 28' lo spagnolo mette in scena uno slalom speciale in contropiede regalando a Cuadrado il raddoppio. Se il colombiano non trova il bis al 44' è solo perché Neuer compie un miracolo da due passi. E il Bayern? Nel primo tempo è solo Mueller che sbatte contro Buffon al 42'.

Nella ripresa il copione non cambia dall'inizio, anzi. Nei primi dieci minuti la Juventus getta al vento due occasioni per chiudere i conti, sempre con Morata, che prima calcia debolmente su Neuer non approfittando dell'ennesimo errore di Alaba - disastroso - e poi dopo una bella azione personale si fa deviare in calcio d'angolo un sinistro da pochi metri. La partita offensiva dei bianconeri, complice un po' di benzina in meno e la panchina corta, finisce qui. Allegri toglie il contropiedista Morata per Mandzukic col risultato di offrire il fianco costantemente ai bavaresi anziché provare a punirli in contropiede. L'ingresso di Sturaro non porta i muscoli desiderati e gli ultimi venti minuti diventano un dominio del Bayern. Sterile fino al 73' quando Costa pennella a Lewandowski l'assist vincente che supera Bonucci e vale l'1-2, quasi vano fino al 90' con un'azione simile, questa volta firmata Coman-Mueller, che fa crollare l'Allianz addosso a Buffon. Ai supplementari la vince il Bayern che trova un bel gol con Thiago Alcantara al 107' dopo un'azione fatta di possesso palla e uno-due in velocità, facendo calare il sipario con Coman - in prestito dalla Juve - tre minuti più tardi con un sinistro sul secondo palo.

Resta l'orgoglio, ma anche tanto amaro in bocca alla Juventus. Per Buffon uno step di crescita in più, ma uscire in questo modo fa veramente male.

LE PAGELLEMorata 7 - Spacca in due il Bayern con le sue sgroppate, in occasione del secondo gol è devastante la sua ripartenza. Nella ripresa non chiude i conti, ma in Europa è un giocatore trasformato. Con la sua uscita i bianconeri perdono mordente.

Douglas Costa 7 - L'unico insieme a Ribery a fornire una prestazione continua e di qualità. Trova l'assist giusto per riaprire i conti ed è praticamente imprendibile

Khedira 6,5 - Dà sostanza e compattezza al reparto chiudendo ogni varco possibile in mezzo al campo. Con il suo cambio Allegri perde un punto di riferimento, ma la panchina corta per gli infortuni significa anche questo

Alaba 4,5 - Semplicemente disastroso nel primo tempo. Ha sulla coscienza il primo gol e buona parte del secondo della Juventus. Non si riprende più e sbaglia diversi appoggi per tutta la partita

Cuadrado 7 - Spina nel fianco costante fino a quando gli rimane benzina in corpo. Domina la fascia e capitalizza il lavoro di Morata. Unica pecca: non la chiude al 44'.

Coman 7,5 - Svolta la partita per Guardiola con velocità e potenza fisica. Il poker porta la sua firma con merito, ma è ancora più decisivo con l'assist a Mueller per il 2-2 vitale

IL TABELLINOBAYERN-JUVENTUS 4-2 dts (and. 2-2)
Bayern Monaco (4-1-4-1):
Neuer 6; Lahm 6, Kimmich 5,5, Benatia 5 (1' st Bernat 6,5), Alaba 4,5; Alonso 5,5 (15' st Coman 7,5); D. Costa 7, Mueller 6,5, Vidal 6,5, Ribery 7 (6' pts Thiago Alcantara 6,5), Lewandowski 6,5. A disp.: Ulreich, Rafinha, Goetze, Rode. All.: Guardiola 6
Juventus (4-5-1): Buffon 6,5; Lichtsteiner 6, Bonucci 5,5, Barzagli 6, Evra 6,5; Cuadrado 7, Khedira 6,5 (23' st Sturaro 5,5), Hernanes 5,5, Pogba 6,5, Alex Sandro 6; Morata 7 (27' st Mandzukic 5,5). A disp.: Neto, Rugani, Asamoah, Zaza. All.: Allegri 7
Arbitro: Eriksson
Marcatori: 5' Pogba (J), 28' Cuadrado (J), 28' st Lewandowski (B), 45' st Mueller (B), 2' sts Thiago Alcantara (B), 5' sts Coman (J)
Ammoniti: Vidal, Lewandowski, Thiago Alcantara, Bernat (B); Khedira, Morata, Lichtsteiner, Bonucci, Cuadrado, Pereyra, Sturaro (J)
Espulsi: nessuno

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali