ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
2/8/2004

Pearl Jam, doppio album live

Con cover di Bob Dylan e Ramones

Dopo "Live in Hyde Park" dei Red Hot Chili Peppers (già disco d'oro in Italia con 50mila copie vendute) è il turno di un'altra fra le rock band più amate, e impegnate, del panorama internazionale: i Pearl Jam. E' nei negozi il doppio album dal vivo "Live at Benaroya Hall october 22nd 2003". Fra i ventiquattro brani, le cover di "Masters of war" di Bob Dylan, di "I believe in miracles" dei Ramones e di "25 Minutes to go" di Johnny Cash.

La copertina dell'album "Live at Benaroya Hall october 22nd 2003"

“Live at Benaroya Hall october 22nd 2003”, registrato nel 2003 a Seattle per MTV Unplugged, rappresenta il primo live acustico per i Pearl Jam. Lo show contiene la prima esecuzione live di "Man of the hour", la canzone inserita nella colonna sonora dell'ultimo film di Tim Burton, "Big Fish". I proventi dello show al Benaroya sono stati devoluti a favore di Youthcare, un’organizzazione no profit che si occupa da trent'anni dei senzatetto e della gioventù a rischio di Seattle. Alla stessa organizzazione andranno anche parte dei proventi della vendita del cd.

Il disco è distribuito grazie ad un contratto speciale tra la band e la Bmg. Un'edizione speciale di "Live at Benaroya Hall october 22nd 2003", arricchita da un poster e foto di Charles Peterson, è disponibile dal 21 giugno sul sito ufficiale dei Pearl Jam. La band continuerà su questa linea per la vendita online dei propri dischi, come ha dichiarato Vedder recentemente: "I ragazzi fanno fatica ad entrare in un negozio di dischi e i modi per scaricare gratis musica da Internet sono molteplici. Noi artisti siamo i primi a dover trovare nuove forme di vendita". Intanto la casa discografica della band, la Sony Music, ha già pronto per il 27 settembre il primo "Greatest Hits" della band.

Eddie Vedder

"Questo show - ha dichiarato il manager della band, Kelly Curtis - è stato uno dei concerti più belli che i Pearl Jam abbiano fatto e non è entrato mai a far parte dei Bootlegs usciti per il Tour del 2003. Data la grande richiesta da parte dei fans la band ha pensato di pubblicare questo doppio live". Dopo la pubblicazione del live al Benaroya Hall, che si conclude con "Yellow Ledbetter", Ed Vedder, Stone Gossard e Jeff Ament parteciperanno all'incisione del primo cd solista di Jack Irons, batterista dei Pearl Jam dal 1994 al 1998, e uno dei migliori amici di Vedder: titolo dell'album, "Attention Dimension".

CHI SONO I PEARL JAM
La band di Seattle nasce nel 1984 prima col nome di Green River, formata da Jeff Ament e Stone Gossard. Nel 1988 i Green River si sciolgono, ma Gossard e Ament formano una nuova band, i Mother Love Bone. Nel 1990 muore Andrew Wood, voce del gruppo. Il chitarrista Mike McCready si unisce ad Ament e Gossard e inizia a prendere forma il nucleo di una nuova band. Il trio registra un demo tape che finisce nelle mani di Eddie Vedder, passando anche in quelle di Jack Irons, futuro batterista dei Pearl Jam, su cui incide la sua voce, le sue canzoni e lo rispedisce a Seattle. Alla band, adesso chiamata Mookie Blaylock, si unisce il batterista Dave Krusen. La formazione attuale quindi è composta da: Krusen (batteria), Ament (basso), McCready, Gossard (chitarra) e Vedder (voce). La band tiene il primo concerto all' Off Ramp di Seattle. Il nuovo gruppo punta in maniera esplicita al revival oleografico dell'hard-rock degli anni '70.

 Prodotta da Rick Parashar, la band registra il suo primo demo tape al London Bridge di Seattle, per poi intraprendere un tour sulla costa orientale con gli Alice In Chains. La band cambia il nome da Mookie Blaylock a Pearl Jam. Nel 1991 negli Stati Uniti esce il primo promo single dei Pearl Jam, che contiene "Alive" e "Wash" , due canzoni inedite, e la cover di "I've Got A Feeling" dei Beatles. I Pearl Jam iniziano a registrare quello che diventerà "Ten", il loro album d'esordio. La registrazione viene completata in un mese. I Pearl Jam iniziano il loro tour negli gli Stati Uniti a Madison, come special guest dei Red Hot Chili Peppers, e lo terminano il giorno di Capodanno a San Francisco, suonando con i Red Hot Chili Peppers e i Nirvana. Nel '92 esce "Singles", colonna sonora dell'omonimo film diretto da Cameron Crowe. L'album comprende anche "State Of Love And Trust". Nel 1993 i Pearl Jam vincono due American Music Awards come miglior gruppo emergente Pop - Rock e Heavy Metal - Hard Rock. 

Matt Cameron

E' del 1994, quello che ad oggi viene considerato il capolavoro della band, "Vitalogy" il terzo album dei Pearl Jam. Ma la band ha fatto dell'autonomia musicale una battaglia basti pensare che nel '94 i Pearl Jam annunciano la loro intenzione di abbassare il costo dei biglietti dei loro concerti sotto i 20 dollari. In questo modo mettono in discussione quelli che considerano prezzi troppo alti da parte della Ticketmaster, la principale agenzia di biglietti del Paese, e si rivolgono addirittura alla divisione antitrust del Dipartimento di Giustizia Americano. Nel frattempo il batterista Dave Abruzzese lascia i Pearl Jam. Ancora cinema per Eddie Vedder: nella colonna sonora di "Dead Man Walking" due duetti con Nusrat Fateh Ali Kahn "Long Road" e "The Face Of Love". L'ultimo album della band di Seattle risale al 2002 con "Riot Act".

TRACKLIST LIVE AT BENAROYA HALL OCTOBER 22ND 2003
CD 1

1. Of the girl     
2. Low light     
3. Thumbing my way   
4. Thin air      
5. Fatal      
6. Nothing as it seems   
7. Man of the hour   
8. Immortality     
9. Off he goes     
10. Around the bend    
11. I believe in miracles
12. Sleight of hand
13. All or none
14. Lukin

CD 2
1. Parting ways
2. Down
3. Can’t keep
4. Dead man
5. Masters of war
6. Black
7. Crazy mary
8. 25 minutes to go
9. Daughter
10. Yellow Ledbetter