FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Kia Sportage scopre la verve GT Line

Trazione 4x4 e cambio automatico

Arriva oggi sul mercato italiano il nuovo Kia Sportage, il Suv medio che è il modello più venduto in Italia della Casa coreana. Tgcom24 lʼha provato in anteprima nella campagna fiorentina, dal capoluogo fino alle Cantine Antinori, scoprendone lʼottima tenuta di strada e la silenziosità. Test condotto con la motorizzazione a gasolio 2.0 CRDi da 136 CV, lʼintermedia delle tre diesel, ma ben accessoriata per il cambio automatico (e levette al volante) e lʼinedito allestimento GT Line, il fiore allʼocchiello della gamma.

Kia Sportage scopre la verve GT Line

Il look scolpito resta la cifra di Sportage, ma i cambiamenti estetici sono importanti. Innanzitutto il passo di 30 mm maggiore (e la lunghezza di 40 mm) ha permesso di disegnare un abitacolo più spazioso, e poi la linea aerodinamica riduce il Cx da 0,35 a 0,33, per una maggiore efficienza in termini di consumi ed emissioni. Il frontale presenta un disegno tutto nuovo, con i gruppi ottici non più integrati nella griglia ma avvolgenti e sviluppati sopra la linea di cintura. La classica griglia a "naso di tigre” è più bassa e larga, così da conferire una maggiore aggressività al frontale. Sulla GT Line i fari sono ancora differenti: lʼilluminazione a LED è a "cubetti di ghiaccio" e segue la linea di carreggiata. Peculiari di questa versione sono le protezioni sottoscocca metalizzate, i cerchi da 19 pollici (sul resto della gamma si parte da 16"), i doppi scarichi e il tetto panoramico elettrico.

Kia Sportage 2.0 CRDi GT Line ha la trazione integrale AWD e una taratura specifica delle sospensioni, che sono a quadrilatero indipendenti e assicurano la miglior stabilità di marcia. Il carattere sportivo non è accentuato, lo scatto è soltanto discreto su questa motorizzazione da soli 136 CV, ma volendo lo stesso allestimento GT Line è proposto da Kia anche sul CRDi da 185 CV. Una scelta di comfort, come dimostra lʼalternativa del cambio automatico proposta per tutte le motorizzazioni a listino. La guida è agile e piacevole, le asperità sono assorbite benissimo, stante anche la notevole altezza da terra del Suv, e tanti sono i sistemi di sicurezza attivi, tra cui la frenata dʼemergenza automatica che include il rilevamento dei pedoni (Pedestrian detection).

Gli interni sono molto belli e raffinati, un miglioramento notevole rispetto al modello precedente. Il grande display da 8 pollici campeggia al centro nel cockpit orientato verso chi guida di 10 gradi, e non mancano la retrocamera per parcheggiare più facilmente e un ottimo impianto stereo JBL. Caratteristica di nuovo Sportage è la plancia dal design dual zone, con una "display zone” nella parte superiore e la "control zone” inferiore. Una soluzione di ergonomia della vista, perché la prima comprende i due elementi che contengono la strumentazione e ospita al centro il display touch screen, mentre la "control zone” inferiore comprende la console centrale, con modanature "piano black" nel nostro allestimento GT Line.

La ricca dotazione comfort comprende il riscaldamento dei sedili a tre stadi e gli schienali regolabili su 17 posizioni (con inclinazione da 23 a 37 gradi). Kia ha fornito Sportage di un nuovo servosterzo elettrico, montato direttamente sulla cremagliera invece che sul piantone, e il freno di stazionamento si attiva autonomamente quando si arresta il motore. Lʼampia gamma di nuovo Kia Sportage parte da 21.000 euro, la nostra 136 CV turbodiesel GT Line costa 34.500 euro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali