FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Parigi, un video mostra la "mente" Abaaoud in metro dopo gli attacchi

Il terrorista era in compagnia di un complice, forse la persona che si è fatta esplodere il 18 novembre nel blitz di Saint-Denis

Parigi, un video mostra la "mente" Abaaoud in metro dopo gli attacchi

Un video registrato dalle telecamere della metropolitana di Parigi mostra la "mente" degli attacchi del 13 novembre, Abdelhamid Abaaoud, nella stazione Croix de Chavaux mezz'ora dopo gli attacchi nei bar della capitale francese. Le immagini, la cui esistenza si conosceva ma che finora non erano state mostrate, sono state diffuse dalla tv M6. Abaaoud era con un complice, forse la persona che si è fatta esplodere il 18 novembre a Saint-Denis.

Nel video Abaaoud appare sorridente e indossa abiti scuri e delle scarpe da ginnastica arancioni. Le immagini sono state registrate precisamente alle 22.14, cioè appunto circa mezz'ora dopo che il cosiddetto "commando delle terrazze" (uno dei tre gruppi che agirono la sera del 13 novembre) aveva provocato una trentina di morti in diversi bar e ristoranti nei X e XI arrondissement.

La stazione della metro Croix de Chavaux si trova a circa 250 metri dal luogo in cui è stata ritrovata, con diversi kalashnikov a bordo, la Seat Leon nera utilizzata dal commando. Gli investigatori ritengono che da qui Abaaoud abbia preso la metro per recarsi al Bataclan, dove intanto era in corso la presa di ostaggi. L'auto sarebbe stata affittata in Belgio da Brahim Abdeslam, uno dei terroristi del commando che si è fatto saltare in aria con un giubbotto esplosivo nel dehors di un bar.

Immagini di altri jihadisti - La tv francese mostra anche altre immagini esclusive, in cui si vede Brahim Abdeslam, fratello di Salah, nel bar Comptoir Voltaire pochi secondi prima di azionare la cintura esplosiva con la quale si è fatto saltare in aria ferendo gravemente una cameriera. Nella stessa trasmissione sono state mandati in onda dei fermi immagine dei fratelli Abdeslam e di Mohamed Abrini, altro complice fuggito, fermi a una pompa di benzina durante il loro viaggio dal Belgio verso Parigi la sera prima degli attentati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali