ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
2/10/2006

Brasile,Lula andrà al ballottaggio

Elezioni, il presidente a quota 48,7%

Non ce l'ha fatta di un soffio il presidente brasiliano ad essere eletto al primo turno. Con una percentuale del 48,7 dei voti, Luiz Inacio Lula da Silva ha sfiorato la vittoria ma sarà costretto, il 29 ottobre, al ballottaggio con il socialdemocratico Geraldo Alckmin (41,4%). Alle urne si sono recati 126 milioni di brasiliani. Le astensioni sono state il 16,3%.

Lula dunque non è riuscito a farsi rieleggere al primo turno come prevedevano i sondaggi prima del voto. Il candidato socialdemocratico Geraldo Alckmin lo ha costretto al
ballottaggio che si terrà il 29 ottobre. La candidata dell'ultra sinistra Heloisa Helena ha ricevuto il 6,8 per cento dei voti mentre Cristovam Buarque ha registrato solo il 2,6 per
cento dei voti validi.

Lula non si è imposto alla prima per il voto, ritardatario, dello stato di San Paolo, il più popoloso con 28 milioni di elettori. Negli stati del Sud, con in testa San Paolo e il Rio
Grande do Sul, Alckmin ha infatti dettato legge. A San Paolo si è affermato per quasi il 56 per cento contro il 35 di Lula. Il presidente operaio si è invece imposto nel nord est del paese, e negli importanti stati di Rio de Janeiro e di Minas Gerais. Ma non è stato sufficiente.

L'ultimo scandalo del dossier che il partito dei lavoratori (Pt) di Lula avrebbe comprato, contenente documenti a danno dell'opposizione, e il fatto di non essere intervenuto
all'ultima sfida televisiva fra i presidenziabili sulla rete Globo, possono essere due fattori che hanno concorso all'ultimo momento al fiasco di Lula.