FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Giovanni Ciacci: "Tutto sulla la barba, simbolo di potere anche per le donne"

L’esperto d’immagine racconta a Tgcom24 il nuovo libro "Barbe e Baffi"

Giovanni Ciacci: "Tutto sulla la barba, simbolo di potere anche per le donne"

Dagli antichi egizi a David Beckham, la barba è sempre stata sinonimo di potere. Lo sa bene Giovanni Ciacci, famoso esperto di immagine, che per raccontare il nuovo trend è andato indietro nel tempo. Ha scoperto che gli antichi faraoni la usavano anche posticce e che persino Cleopatra la indossava quando doveva farsi valere. Oggi nessuno ne fa a meno. Ma nel 1500 era sinonimo di seduzione, anche per le donne, come racconta in "Barba e baffi" edito da Vallardi.

Giovanni come nasce questo libro sulla barba?
Guardandomi intorno vedevo solo uomini barbuti e mi è sembrato impossibile non parlarne in un momento storico come questo.

 

Perché questa moda?
Secondo una mia ricerca è nata dopo che David Beckham se l'è fatta crescere, dopo aver rotto con uno storico brand di lamette. I calciatori sono i nuovi idoli e si è così diffuso in tutto il mondo questo trend. Non scordiamoci che la barba è simbolo di capobranco. 


Sei andato indietro nel tempo...
La barba c'era già ai tempi degli antichi egizi, era simbolo di potere, i faraoni si radevano per questione di igiene e quindi la mettevano posticcia. Anche Cleopatra quando faceva le grandi riunioni indossava la barba. 


A proposito di donne e di barbe, cosa hai scoperto? 
La donna barbuta. Un quadro del 1500. Una storia vera che riguarda questa donna della quale rimase folgorato il re spagnolo e la fece ritrarre. L'ho scoperta grazie a 'The Young Pope', Jude Law mentre guarda questi ritratti vede una donna barbuta  e ne rimane incantato. Pensavo fosse una finzione di Sorrentino invece è tutto vero. Dal 1500 siamo arrivati a Conchita Wurst, che pensa non ha mai parlato della sua barba, nonostante l'abbia resa celebre. E poi c'è Vladimir Luxuria...


Che ci racconti?
Che per una persona che sta facendo una transizione è ingombrante, il rapporto con la lametta è difficile  e mi ha affascinato molto. Ha sempre fatto di tutto per non farsela crescere...

Un personaggio con la barba che ti piace e uno che non ti piace?
Fabio Fazio sta molto bene, non mi piacciono le barbe bianche e quindi non mi piace quella di Gianluca Vacchi...

 

Quindi consigli di tingerla di nero?
Per carità, io li esilierei tutti a Istanbul quelli che se la tingono. Piuttosto giocate con colori fluorescenti. Pensa, ci sono anche altre barbe che vanno molto di moda oggi...

 

Quali?
Le barbe colorate che non stanno in faccia... da altre parti... ma questa è un'altra storia....

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali