FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Roma, i furbetti del cartellino erano i custodi del museo: sospesi in 9

Timbravano regolarmente per poi trascorrere lʼorario di lavoro in una sala scommesse. Nei guai alcuni dipendenti del Museo delle Arti e Tradizioni popolari

Roma, i furbetti del cartellino erano i custodi del museo: sospesi in 9

All'ingresso timbravano puntualmente il cartellino, anche per altri colleghi, ma trascorrevano il loro orario di lavoro in una sala scommesse o altrove. Per queste ragioni nove dipendenti del Museo delle Arti e Tradizioni popolari di Roma sono stati sospesi e indagati, a vario titolo, per falsità materiale e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, truffa ai danni dello Stato (per alcuni con l'aggravante di aver commesso il fatto per conseguire il profitto di un altro reato e con la violazione dei doveri di una pubblica funzione), false attestazioni e certificazioni.

Roma, i furbetti del cartellino erano i custodi del museo: sospesi in 9

Gli ultimi "furbetti del cartellino" scoperti a Roma arrivavano sul posto di lavoro, il Museo nazionale delle Arti e delle Tradizioni popolari, timbravano il cartellino di presenza, spesso anche per altri 3 o 4 colleghi, e se ne andavano al centro scommesse o a fare un giro: si tratta di 9 impiegati assenteisti, tra i 43 e i 65 anni, che da febbraio 2015 sono stati osservati, pedinati e ripresi con delle videocamere, poste in punti nevralgici del museo.

A seguito delle indagini dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma sono stati così smacherati nell'operazione denominata "Museum" e sono stati "sospesi" per un anno dall'esercizio di pubblici uffici. Tra i casi più eclatanti una dipendente che in orario di lavoro in realtà andava a dare una mano nel negozio di frutta e verdura del marito; un altro dipendente museale invece andava regolarmente a un centro di scommesse sportive della zona.

Già verso la fine di febbraio, all'avvio dell'inchiesta, uno dei custodi era stato fermato dopo esser stato sorpreso in località diversa dal luogo di lavoro, benché risultasse lì ufficialmente presente, avendo timbrato il cartellino all'inizio del turno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali