FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Serie A: settima sconfitta consecutiva per il Palermo, la Lazio vince 1-0

Milinkovic affossa De Zerbi è record negativo nei campionati di serie A

L’incantesimo non si rompe. Per il Palermo contro la Lazio arriva la settima sconfitta consecutiva. Record negativo nella storia della serie A. Finisce 1-0 con la rete decisiva al 31’ del primo tempo di Milinkovic-Savic servito da Basta dopo una bella incursione sulla fascia. Per la squadra di Simone Inzaghi una vittoria che lancia la squadra in zona Champions. Con l’avventura di De Zerbi a meno di colpi di scena arrivata al capolinea.

Serie A, tutti i gol della 14° giornata

LA PARTITALa settima sconfitta consecutiva potrebbe essere fatale a Roberto De Zerbi, ma si vede che la squadra ancora lo segue. L’avvio del Palermo è aggressivo, con Nestorovski che prova a sorprendere Strakosha, ma il tiro è centrale e non prende il giro giusto. Milinkovic Savic replica di testa e in questo caso la conclusione è debole. La Lazio ci prova soprattutto sulle fasce con Felipe Anderson e Keita, ma i rosanero concedono poco spazio. E’ un buon Palermo, ma è più pericolosa la Lazio vicina al vantaggio con la conclusione da fuori area di Immobile al 19’ e ancora con l’attaccante campano che aggiusta la mira e colpisce una clamorsa traversa.

Prova a reagire il Palermo ma senza incidere. L’occasione la concede Radu che perde palla, Diamanti ha lo spazio giusto per concludere a rete. Ma il tiro, da dimenticare, si perde alto sulla traversa. E così al primo affondo di Basta sulla fascia desta la palla è perfetta per Milinkovic-Savic che con un tocco preciso supera Posavec. Questa volta la reazione dei rosanero c’è, ma Nestorovski colpisce male da ottima posizione. Soffre la squadra di De Zerbi che rischia di sfaldarsi. Prova a fare saltare il banco Keita con una serpentina delle sue, con Goldaniga costretto al fallo e all’ammonizione. Per lui diffidato arriva la squalifica stessa sorte che tocca pochi minuti dopo a Diamanti. La Lazio è più concreta e su calcio d’angolo arriva la palla buona per Radu, il sinistro è potente ma Posavec è bravo a respingere.

Si torna in campo senza Diamanti, troppo nervoso il capitano che viene sostituito nell’intervallo da Quaison. Subito vivace l’attaccante che svedese mette in difficoltà la difesa avversaria, ma la conclusione viene respinta. Il Palermo ci mette grinta, ma la differenza in campo tra le due squadre è evidente. E così dopo 10 minuti sbanda la difesa rosanero e Parolo da buona posizione conclude troppo centrale. 3 minuti e Felipe Anderson, troppo innamorato del pallone perde il tempo e si fa chiudere dai difensori avversari. E così vicino al raddoppio ci va Keita con un tiro che si perde di poco sopra la traversa.

Passano i minuti con il risultato ancora in bilico e Simone Inzaghi pensa al derby e toglie dal campo Felipe Anderson unico diffidato sostituito con Djordjevic. La fiammata dei rosanero arriva a un quarto d’ora dalla fine. Ma con Quaison a tu per tu con Strakosha è bravo Radu a chiudere in scivolata. Poche emozioni nel finale i rosanero non incidono e su una ripartenza Gonzalez si becca il rosso per un fallo da ultimo uomo. Si chiude con il pubblico del Barbera che assiste a un record negativo per la serie A con la settima sconfitta consecutiva. Non era mai successo nella storia. Mentre Simone Inzaghi si gode una vittoria importante, dove tutto era cominciato sulla panchina della Lazio con l'esordio anche in quell'occasione con una vittoria.

LE PAGELLEImmobile 7 - Poderoso quando trova spazio l’attaccante di Torre Annunziata è implacabile. Sfortunato quando si coordina bene e va a colpire una clamorosa traversa che ancora trema al Barbera.

Milinkovic-Savic 7,5 - Si fa trovare al posto giusto al momento giusto e con un tocco preciso sblocca la sfida spianando la strada alla vittoria biancoceleste.

Basta 6,5 - Chiamato da Inzaghi ad avere più coraggio al primo affondo sulla destra mette in crisi la difesa rosanero che non lo segue. La palla per Milinkovic-Savic è solo da spingere in porta.

Diamanti 5 - Sente il peso della fascia da capitano. E’ troppo nervoso, cerca la conclusione da tutte le posizioni ma non trova mai la porta. A completare la prova negativa, un giallo che da diffidato gli farà saltare la prossima sfida. E così a metà gara viene sostituito.

Nestorovski 5 - Unica bocca da fuoco della squadra di De Zerbi questa volta fa cilecca anche lui. Isolato, trova poco spazio e oltre alle settima sconfitta consecutiva arriva anche una gara senza reti.

IL TABELLINOPALERMO-LAZIO 0-1
Palermo (3-5-1-1)
: Posavec 6, Andelkovic 5,5, Goldaniga 5 (35' st Lo Faso 6), Gonzalez 4,5, Morganella 5,5, Aleesami 6, Jajalo 5,5, Chochev 5,5, B. Henrique 6 (9'st Bouy 6), Diamanti 5 (1'st Quaison 6), Nestorovski 5. A disp.: Guddo, Fulignati, Sallai, Cionek, Vitiello, Rispoli, Pezzella, Hiljemark, Gazzi. All.: De Zerbi 5,5
Lazio (4-3-3): Strakosha 6, Basta 6,5, Wallace 6, Radu 6,5, Lulic 6,5 (18' st Lukaku 6), Parolo 6, Biglia 6,5, Milinkovic-Savic 7,5, Felipe Anderson 6,5 (22' st Djordjevic 6), Immobile 7, Keita 6,5 (35' st Lombardi 6). A disp.: Borrelli, Vargic, Bastos, Patric, Hoedt, Leitner, Cataldi, Murgia, Vinicius. All.: Inzaghi 6,5
Arbitro: Guida
Marcatori: 31' pt Milinkovic-Savic (L)
Ammoniti: Lulic (L), Goldaniga, Diamanti, Bouy (P)
Espulsi: Gonzalez (P)

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali