FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Spettacolo >
  • Giuseppe Pambieri porta in scena il suo Leopardi, poeta affamato di vita

Giuseppe Pambieri porta in scena il suo Leopardi, poeta affamato di vita

Data unica al teatro Manzoni di Milano l'11 novembre per "L'infinito Giacomo", dove l'attore offre un ritratto inedito del genio di Recanati

- Serata d'eccezione al teatro Manzoni di Milano. Martedì 11 novembre, Giuseppe Pambieri per una data unica veste i panni di Giacomo Leopardi ne "L’infinito Giacomo". Il ritratto di un artista senza tempo, al di là di ogni regola, creatore di eterna bellezza. La scoperta di un Giacomo Leopardi inedito, di un genio precocissimo, di un adolescente inquieto, di un amante appassionato, di un uomo che ha il coraggio di guardare la realtà.

Giuseppe Pambieri porta in scena il suo Leopardi, poeta affamato di vita

Quello di Pambieri è un viaggio attraverso le opere del poeta di Recanati, mettendo al centro la sua umanità irriverente e il suo spirito dissacrante. Le tappe obbligate sono quindi l'Epistolario, lo Zibaldone, gli scritti filosofici e politici, le Operette Morali e i Canti.

L’imperfezione del genio, in tutta la sua irregolarità, conduce alla solitudine, a un pellegrinaggio estenuante nell'universo. Leopardi è un re senza regno, è Amleto che arriva oltre il limite del conoscibile, supera la coscienza affermando la vita nel suo groviglio inestricabile di bene e male; per il genio tutto è noia incommensurabile e con lucido disincanto, affonda a piene mani nella verità e ne trae la radice del dolore.

In questo viaggio Leopardi non appare così distaccato e lontano dai piaceri terreni, non sembra affatto disinteressato a ciò a cui aspira la gente comune. Giacomo è vulnerabile, ansioso, riservato, schivo, eppure è pervaso da un desiderio inesauribile di vita. Giacomo è goloso, non può fare a meno di dolci, cioccolata, paste alla crema e gelati.

Non mancano gli spunti divertenti per riflettere sul suo rapporto con l'eros e la sessualità. Nelle sue stesse parole, il desiderio di una vita normale è incessante: il dono della poesia appare spesso come una maledizione divina che lo segna come diverso, lo condanna a una sofferenza eterna e lo affranca contro ogni sua volontà dal mondo che lo circonda.

PER INFORMAZIONI
Teatro Manzoni - Via Manzoni, 42 - Milano
tel. 02 7636901
cassa@teatromanzoni.it
Per prevendita telefonica: numero verde 800 914 350

TAG:
Milano
Teatro manzoni
L'infinito giacomo
Giuseppe pambieri