ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
21/6/2007

Investì Baroni, assolto 74enne

Il giudice: "Non è omicidio colposo"

L'automobilista 74enne che investì Alex Baroni provocandone la morte, è stato assolto dall'accusa di omicidio colposo. Secondo il giudice, Renato Zingaretti (questo il nome dell'uomo), non ha commesso alcun reato. L'incidente, che costò la vita al cantautore, avvenne il 19 marzo del 2002. Dopo tre settimane di coma Baroni si spense. Secondo la perizia viaggiava ad alta velocità a bordo della sua moto.

Alex baroni (Infophoto)

Il giudice monocratico Ludovica Cirolli, - come riporta l'agenzia APC- ha accolto le richieste della difesa di Renato Zingaretti, 74 anni, rappresentata dall'avvocato Pasquale Paolitto e dello stesso pm Giuseppe Cascini, che aveva chiesto l'assoluzione.

Baroni, che viaggiava a cavallo della sua moto, venne coinvolto nell'incidente nel pomeriggio del 19 marzo del 2002, nei pressi di piazzale Clodio, a Roma. Rimase in coma per tre settimane prima di morire. In base alle diverse consulenze tecnico-peritali che erano state eseguite, il cantante viaggiava ad una velocità elevata. In ogni caso il padre, la madre ed il fratello di Baroni sono stati risarciti per oltre 300mila euro dall'assicurazione dell'automobilista. Anche in seguito a questo era stata ritirata la costituzione di parte civile.

E' da poco uscito il doppio album "Collection" con tre brani inediti (“Sei la sola che vorrei” che è la cover di “Another Star” di Stevie Wonder, “Vorrei” e “La Vita è un Dado”).