FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gori a Tgcom24: "Migranti tenuti due anni a far nulla, servono istruzione e lavoro per integrarli"

In unʼintervista a Paolo Liguori, il candidato Pd al Pirellone lancia la sua sfida: "Fare, meglio"

"Sono un amministratore prestato alla politica". Si definisce così Giorgio Gori, sindaco di Bergamo candidato del Pd alla Presidenza della Regione Lombardia, in un'intervista rilasciata a Fatti e Misfatti di Paolo Liguori. "Voglio portare la mia esperienza di sindaco in un ambito più ampio come quello regionale. Si può fare. Fare, meglio".

 Immigrazione - "Noi sindaci siamo stati lasciati soli sull'immigrazione da Regione Lombardia che si è totalmente disinteressata al problema", denuncia Gori, "sono stati fatti grandi proclami contro gli immigrati, ma poi non si è mosso un dito". Secondo il candidato Pd, ci sono delle scelte che si possono fare a livello regionale e propone un progetto che riguarda il lavoro per i richiedenti asilo. "Il problema di gestione dei richiedenti asilo si è aggravato", spiega Gori, "perchè questi ragazzi sono tenuti per molto tempo, fino a due anni, a fare nulla. Questa è una cosa che non dà dignità alle loro giornate e che non dà un senso ai soldi che noi spendiamo per accoglierli. Occorre far in modo che possano spendere il loro tempo nello studio della lingua e nell'imparare una professione per poi svolgerla. Così facendo penso che molte persone, che oggi sono contro gli immigrati, diventerebbero disponibili ad accoglierli e a favorire l'integrazione di chi dimostra di aver voglia di rispettare le leggi".

Sicurezza - "Si può fare molto", spiega Gori, "la Regione potrebbe affiancarsi ai comuni attraverso fondi e contributi per l'assunzione di nuovi agenti di polizia locale per aumentare i presidi sul territorio. Le aree delle stazioni sono critiche in tutte le città, a me piacerebbe avere degli agenti in più da mettere sul territorio". Anche sulla video sorveglianza si può intervenire in modo massiccio attraverso "reti tra privati e pubblici".

Autonomia - "Ho sempre portato avanti le ragioni del sì in tema di autonomia regionale". Risponde così Gori alla domanda di Liguori sul referendum che si è svolto lo scorso 22 ottobre. "Sarebbe stato meglio risparmiare i soldi della consultazione popolare, ma in ogni caso ritengo che più autonomia serva alle regioni per gestire al meglio i servizi da offrire ai cittadini."

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali