FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Berlusconi: "Centrodestra unito, non ci saranno defezioni da Forza Italia"

Ma la senatrice Conzatti lascia il partito e approda a Italia Viva

berlusconi bruxelles

Il centrodestra "è unito" e rappresenta "l'unica alternativa alla sinistra". E sebbene alleata con la Lega, "Forza Italia resta importante". A garantirlo è Silvio Berlusconi, secondo il quale non ci saranno defezioni a favore di Renzi: "Non credo - ha spiegato - che ci siano nostri parlamentari che pensino di avere maggiori possibilità di essere rieletti andando in un altro partito dove comunque verrebbero accolti come transfughi".

"Mi sono voluto raccordare con questi deputati" che ieri hanno partecipato alla cena di Mara Carfagna, ha proseguito Berlusconi. "Ho telefonato e non c'è nessuno che mi abbia detto che la partecipazione a quella cena avesse un valore diverso dallo stare insieme e dal sentirsi amici e per riunirsi anche per parlare di cose che non siano la politica".

"A Renzi auguro di avere successo" - A Matteo Renzi "auguro di avere successo e di raggiungere i risultati che si è proposto, staremo a vedere. Questo governo - ha aggiunto - non è più il governo delle tre sinistre ma delle quattro sinistre".

"Faremo opposizione sui contenuti ma la piazza non è esclusa" - "Noi l'opposizione la faremo sui contenuti e se ci saranno cose positive" sui singoli punti "voteremo a favore. Noi siamo scesi in piazza contro il governo Prodi quando aveva esagerato nella pressione fiscale. Se il governo metterà le mani eccessivamente nelle tasche degli italiani, se andrà a limitare i diritti di libertà dei cittadini, può darsi che noi giudicheremo che si debba fare una manifestazione di piazza".

"Con Salvini ho messo sul tavolo anche differenze" - "Ho incontrato Matteo Salvini la settimana scorsa e abbiamo anche messo sul tavolo le differenze", ha detto ancora Berlusconi. "Loro sono sovranisti e noi non lo siamo, loro sono contro l'Unione europea per certi versi e noi siamo convinti europeisti, loro pensano di cambiare la legge elettorale togliendo i due terzi di proporzionale per arrivare in tutti i collegi con il maggioritario - ha spiegato -. Noi invece riteniamo che questa legge elettorale funzioni, che il centrodestra abbia la possibilità di vincere le prossime elezioni anche i due terzi del proporzionale e quindi anche questo punto è uno che ci differenzia dalla Lega".

Conzatti: "Lascio Forza Italia, accetto l'invito di Renzi" - Intanto la senatrice di Forza Italia, Donatella Conzatti, ha annunciato di aver "accettato l'invito che mi ha rivolto Matteo Renzi di partecipare sin dal principio, senza attese e tatticismi, alla fondazione di Italia Viva". "In assenza di novità politiche di rilievo, - ha spiegato la Conzatti - sarei rimasta nel gruppo parlamentare di FI, dove ho trovato e conosciuto molte persone di grande spessore umano, politico e culturale, molte delle quali vivono con disagio non dissimile dal mio la crescente consapevolezza di non poter più arginare, ma ormai soltanto subire le posizioni di matrice sovranista e antieuropeista. In questo scenario è nato un nuovo progetto autenticamente europeista, popolare e liberale: tutto ciò per cui mi sono sempre impegnata in politica. Non posso che anteporre, a ogni altra valutazione tattica su rischi, opportunità e piccole e grandi paure, il coraggio di dare il mio contributo perchéItalia Viva abbia successo".