ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
14/6/2005

Jacko,salvo per ragionevole dubbio

Un giurato a Cnn: "Non avevamo prove"

Nonostante l'assouzione, uno dei giurati, artefice della sentenza, ha dichiarato di essere convinto che Michael Jackson sia un molestatore sessuale ma che l'accusa non sia  riuscita a provarlo durante il processo. Il giurato, Raymond Hultman ha infatti dichiarato in un'intervista che l'abitudine di Jackson di condividere la camera da letto con ragazzi "sfida la ragione" .

 

Inoltre secondo il giurato, che ha parlato davanti alle telecamere della Cnn, il cantante ha molestato parecchi giovani in passato. Ma, Hultman ha sottolineato che, sulla base delle prove presentate dall'accusa nel processo appena concluso, non era possibile giungere ad un verdetto di colpevolezza contro Michael Jackson.

ll cantante è stato prosciolto lunedì in California da tutte le accuse di molestie sessuali ai danni di un minorenne. Rischiava venti anni di carcere. Il procuratore, Tom Sneddon, ha attribuito la sconfitta dell'accusa alla notorietà del cantante "Tanti anni fa, ho imparato una lezione importante: sempre guardare avanti, mai guardarsi indietro", ha commentato a denti stretti.

Per la popstar, 46 anni, si chiude un incubo durato un anno e mezzo da quando il 18 novembre 2003 la polizia di Santa Barbara irruppe nel suo ranch a caccia di prove della sua presunta pedofilia.