FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Dieta e benessere: cinque ottimi motivi per mangiare pasta e pane

Recuperare la forma perduta va bene, ma per una corretta alimentazione pasta e pane non devono mai mancare: ecco perché

Istockphoto

Poter sfoggiare una silhouette da instagrammare è il sogno di tutti, soprattutto perché dopo le mangiate natalizie certamente qualche chilo di troppo ha intristito la bilancia e reso complicato indossare i soliti pantaloni. Tuttavia, eliminare del tutto pasta e pane dalla nostra alimentazione, con grande sforzo e sacrificio, non è la mossa corretta. Al contrario di quanto si immagina, una dieta in cui si mangiano solo proteine aggiungendo frutta e verdura e si eliminano totalmente i cereali non è affatto il modo giusto per perdere peso.

1 - L'importanza dei cereali: pasta e pane sono carboidrati, che vengono anche detti zuccheri o glucidi. Insieme alle proteine e ai grassi, sono i nutrienti che ci forniscono l’energia necessaria per il corretto funzionamento dell’organismo e lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Svolgono importanti funzioni biologiche: per esempio, sotto forma di glicogeno nel fegato e nei muscoli, costituiscono una riserva energetica nelle ore notturne o fra un pasto e l’altro. Pasta e pane non devono mai mancare anche quando siamo in regime ipocalorico: in ogni pasto della giornata ci deve essere almeno una porzione, anche se ridotta, di un carboidrato complesso. 

 

2 - Contro infarto e non solo: una ricerca condotta da alcuni ricercatori statunitensi ha evidenziato che chi sceglie una alimentazione priva di pane e pasta rischia di ammalarsi più facilmente di tumore o di avere problemi cardiaci. Dallo studio è emerso che la percentuale di decessi fra le persone che consumano pochi carboidrati, preferendo proteine animali, sale del 12%: chi abbandona la pasta per la carne, in particolare, ha il 14% di possibilità in più di morire di infarto e il 28% in più di ammalarsi di tumore.

 

3 - Punta su carboidrati complessi: attenzione va posta al tipo di carboidrati, che possono essere semplici o complessi. I carboidrati semplici, quali zucchero, fruttosio, galattosio, vengono assorbiti in maniera rapida dall'organismo e non richiedono attività metaboliche, cioè forniscono energia bella pronta. I carboidrati complessi, invece, hanno bisogno di una digestione più lunga e impegnativa per essere trasformati in glucosio ed è per questo che vengono assorbiti più lentamente. Allo stesso tempo costituiscono il vero e proprio carburante del nostro organismo, poiché forniscono energia in modo graduale e costante.

 

4 - Fai scorta di energia: nella dieta degli sportivi ormai non possono proprio mancare i carboidrati, considerati sempre più importanti soprattutto negli sport di tipo aerobico che richiedono maggiore resistenza, come ad esempio pedalare in bicicletta, sciare, nuotare, correre e così via. Introducendo la giusta quantità di pane, riso, pasta, legumi, frutta si riesce ad assicurare la quota energetica necessaria perché gli zuccheri, e soprattutto l’amido, sono il miglior combustibile per il lavoro muscolare. Se non potessimo disporre del giusto "carburante" avremmo effetti negativi sulla prestazione fisica, con conseguenti segnali di stanchezza fisica e mentale.

 

5 - Scegli pasta e pane integrali: il segreto del consumo di carboidrati è puntare su quelli dal basso indice glicemico, cioè in grado di innalzare di poco la glicemia nel sangue. Tra questi vi è il pane, perché anche se il suo indice glicemico sia piuttosto elevato, è possibile abbassarlo scegliendo il tipo integrale, che contenendo più fibre ha un impatto minore sulla linea. Stesso discorso vale per la pasta: il suo indice glicemico è medio, ma si può tentare di diminuire l’effetto ingrassante mangiando quella integrale saltata in padella con un filo di olio, o scolata al dente, o con un condimento di verdure; in alternativa, semaforo verde anche per le tagliatelle all’uovo. Per completare la dieta, sì anche ai legumi secchi e alle patate e naturalmente alle fibre alimentari, che si trovano in ortaggi, frutta e legumi freschi e che hanno la funzione di facilitare il transito intestinale. È chiaro quindi che se si vuole dimagrire adottando un regime alimentare equilibrato e salutare, non si può fare di certo fare a meno dei carboidrati, soprattutto di quelli complessi. Rinunciare a un bel piatto di pastasciutta non ha senso, riduce la massa muscolare e rende la pelle molto meno tonica: uomo avvisato...

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali